A gennaio il verdetto Di Maggio: la L84 se la ride

[video_tlw url=”https://player.vimeo.com/external/251968679.m3u8?s=e82e81bd07f118b5d95ea79fe6ba7b6b0d932bb0″ autoplay=”true” width=”100%” height=”300″ mute=”false” repeat=”false”]

La tripletta griffata Di Maggio stoppa la corsa dei Saints Pagnano e regala alla L84 la vetta in solitaria. Colpi da prospettiva playoff per Videoton, Real Cornaredo e Città di Asti

La L84 è in fuga. Questo ha detto la tredicesima giornata. I piemontesi trascinati da una tripletta di Cerbone dilagano sul Bergamo La Torre e approfittano del semaforo rosso che la Domus Bresso ha imposto al Saints Pagnano per guardare in solitaria tutti dall’alto. A Verano Brianza partita che corre sul filo dell’equilibrio, ma la tripletta di Valerio Di Maggio è decisiva per infliggere il secondo stop stagionale ai ragazzi di Lemma. Con questo successo la Domus Bresso mantiene l’ultimo posto utile in chiave playoff, insediata però da un Città di Asti ritornato ai livelli che gli competono: la cura Gianfranco Lotta porta subito i benefici sperati.

Clicca qui risultati e classifica Serie B Girone A

A Fossano, nella prima frazione Santin e compagni infrangono il muro eretto dai cuneesi solo grazie ad una magia di Roberto Fazio. A campi invertiti Mendes allunga il punteggio dal dischetto ma Gerlotto riapre la partita. La Rhibo Fossano alza bandiera bianca solo nel finale, giocando con il portiere di movimento che non porta i frutti sperati. Real Cornaredo e Videoton Crema fanno bottino pieno in trasferta e viaggiano a braccetto sul gradino più basso del podio. I ragazzi di Fracci confermano il loro “magic moment” e grazie ad una tripletta di Casagrande espugnano Carmagnola: per i padroni di casa inutili le reti di Solavagione e Novelli. Il Videoton Crema invece firma un poker all’Aosta, grazie anche alla doppietta di Maietti. Sorride anche il Lecco, che da Cavallermaggiore ritorna con tre punti e con la speranza che prima o poi qualcuna che la precede possa rallentare per poter accedere ai playoff. Il Time Warp cede le armi con onore, reggendo un tempo e mezzo salvo poi crollare anche fisicamente.