Agli Habaneros manca il peperoncino

[video_tlw url=”https://player.vimeo.com/external/247714341.m3u8?s=f06a899a4d3242a74317b77168bb84d387464e31″ autoplay=”true” width=”100%” height=”300″ mute=”false” repeat=”false”]

Succede di tutto tra Drago Verde e Habaneros in una sfida risolta in favore dei dragoni solo nei minuti finali

La sfida più “calda”, seppur giocata in un teatro ghiacciato, è un’altalena di emozioni con i due estremi difensori chiamati più volte a salvare il risultato. Alla fine possono gioire i dragoni che fin dal principio avevano chiarito i loro intenti mandando a segno per due volte, in meno di cinque minuti, bomber Olivetti. L’inizio fulminante della compagine verde abbatte il morale avversario e, visto anche il clima, dalla panchina degli Habaneros qualcuno esclama :”sembriam ghiacciati”. A svegliare i peperoncini è la zampata vincente di Tramarin che risolve un’azione convulsa e rocambolesca regalando un po’ di tepore ai compagni. Gli Habaneros iniziano, così, a macinare gioco e stringono gli avversari nella loro porzione di campo ma non riescono a sfondare e lasciando il fianco scoperto a pericolosi blitz come quello che permette a Roggero di finire sul tabellino dei marcatori. I peperoncini continuano a portare pressione e, nonostante Brunetto si dimostri solido tra i pali, Viscusi è pronto a sfruttare un disimpegno difensivo di Olivetti, che non si evidenzia a proprio agio in difesa, per ravvivare la partita; poco dopo Pisano concretizza un’azione corale da applausi che vale il pareggio. Dopo che nella prima frazione le mani decisive sono state quelle di Brunetto, nei secondi venticinque minuti è De Matteis a mostrare le sue ottime doti tra i pali. I dragoni, a differenza della frazione precedente, abbandonano il gioco di rimessa e iniziano a fare la partita sbattendo più volte sul portiere avversario o sulla traversa. La solidità difensiva di De Matteis viene premiata da Pisano che, in un lampo, batte un inoperoso Brunetto. La gioia del vantaggio per i peperoncini dura meno di un minuto perché Olivetti tira fuori dal cilindro una marcatura da posizione impensabile che lascia incredulo anche De Matteis. Ristabilito l’equilibrio i verdi continuano a martellare e nel finale è capitan Auletta a trovare il sorpasso e poi ci pensa Roggero, imbeccato dal solito Olivetti, a chiudere la pratica.

CAMPIONATO CALCIO A 5 – GIRONE H

DRAGO VERDE – HABANEROS 6-4

MARCATORI: pt 2’08”,4’45” Olivetti, 8’50” Tramarin, 10’22” Roggero, 15’14” Viscusi, 17’46” Pisano; st 8’11” Pisano, 8’44” Olivetti, 19’51” Auletta, 20’41” Roggero.

DRAGO VERDE: Brunetto, Olivetti, Borre, Platella, Auletta, Roggero.

HABANEROS: De Matteis, Turolla, Tramarin, Pisano, Viscusi, Mich.

MIGLIORI IN CAMPO: Olivetti – De Matteis.

Drago Verde