Connettiti con noi

Serie A2

Alex Zulli, polemica pesante ma squalifica leggera

Pubblicato

su

Dopo le polemiche dei giorni scorsi sulla pagina Facebook della società, la Alex Zulli può tirare un sospiro di sollievo per una squalifica piuttosto leggera

Il pareggio di domenica scorsa contro la FiberPasta Chiaravalle non è stato ancora digerito in casa Alex Zulli e ha generato diverse polemiche da parte dello staff della squadra abruzzese. Un 2-2 giudicato ingiusto a causa di alcune presunte sviste arbitrali ampiamente riassunte in un post decisamente piccato sul profilo ufficiale della società abruzzese, che addirittura minacciava il ritiro della squadra nel caso fosse arrivata anche una pesante squalifica.

/

Il verdetto disciplinare del Giudice Sportivo ha però condannato a due giornate lontano dalla panchina il presidente-allenatore. Dopo aver appreso l’entità della sua squalifica, il mentore Alessandro Zulli l’ha presa con filosofia e ironia: «Hanno ammorbidito il tono del referto perché si sono resi conto degli errori. Mi hanno dato solo due turni di stop, ma la mia doveva essere una squalifica molto più lunga, di almeno due mesi, per le proteste che ho fatto…Secondo me gli arbitri hanno fatto una partita positiva, macchiata però da tre errori decisivi: un rigore non dato a nostro favore nel primo tempo, il gol del Chiaravalle su palla nettamente uscita e il rigore per noi a fine partita…non era netto, sembrava più un rigore di compensazione per gli errori precedenti». Idee chiare, come sempre, in casa Alex Zulli Gold Futsal: la società chietina vuole vincere il campionato e salire in A1 e ce la sta mettendo tutta sin da subito, a cominciare da quella Patricia Jornet Sànchez, che pur dolorante a causa di un fastidio al ginocchio, non solo è scesa in campo, ma anche messo a segno il primo gol del match contro il FiberPasta Chiaravalle.

Grazia Tomassetti