Allan l’uomo mercato: dal futsal ai 100 milioni

allan futsal
Allan è tra i molti calciatori con un passato nel futsal (foto imagephotoagency - calcionews24)

Come per molti altri giocatori brasiliani, anche nel passato di Allan ci sono importanti radici tecniche e tattiche nel futsal

E chi se lo sarebbe mai aspettato. Forse nemmeno il diretto interessato. Il suo nome è da settimane sulle prime pagine dei quotidiani sportivi di tutta Europa. Allan è l’oggetto del desiderio di una delle squadre più ricche d’Europa come il Paris Saint Germain, pronto a investire quasi 100 milioni per assicurarsi le sue prestazioni. I segreti del centrocampista del Napoli? Tanti, certamente, ma tra di essi anche il futsal. Disciplina principe nel suo Brasile, Allan già si vedeva avesse qualcosa in più rispetto agli altri. Vestiva la maglia del Madureira, una delle tante società con sede a Rio de Janeiro e in quel periodo era considerato uno dei giocatori più importanti soprattutto dopo il suo passaggio al più blasonato Vasco da Gama. Insieme a Thiago Alcantara, attuale centrocampista del Bayern Monaco, c’era da stropicciarsi gli occhi a ripetizione. Solo che Thiago decise di prendere la strada per Barcellona, mentre Allan continuò a correre dietro al pallone ancora con quella maglia. Giocava da attaccante, perché la sua velocità era letale negli ultimi metri. Il passaggio al calcio non fu affatto difficoltoso, soprattutto per uno abituato ad essere un moto perpetuo. Con il passare degli anni cambiò società, posizione in campo ma senza mai mutare la mentalità da giocatore di futsal. Lo si vede ancora adesso, nei movimenti senza palla, nel dribbling, nella ricerca immediata del recupero della sfera, nell’inseguire gli avversari anche se il risultato è al sicuro e siamo nei minuti di recupero. Adesso Allan viene valutato una cifra intorno ai cento milioni di euro. A breve capiremo che cosa gli avrà riservato il futuro, ma sicuramente non smetterà mai di correre dietro ad un pallone come fece quando giocava al futsal. Senza questa disciplina, chissà che giocatore sarebbe stato.