Connettiti con noi

Editoriale

Aosta, Time Warp e la favola del topolino

Pubblicato

su

La prima giornata di Coppa Italia di Serie B ha subito partorito sorprese al fotofinish: Aosta e Time Warp hanno saputo solleticare le più accreditate Città di Asti e L84

E’ stata senza dubbio la settimana del topolino che fa uno scherzetto all’elefante, all’ultimo secondo gli fa la pernacchia e la beffa è servita: così ti accorgi che il Time Warp fa lo sgambetto al Città di Asti, e Aosta impone il semaforo giallo alla L84. Parliamo di Coppa Italia di Serie B, con il campionato che bussa ad una porta che si aprirà sabato pomeriggio, ma le indicazioni non sono affatto da sottovalutare. Maledetto secondo finale: decisivo in entrambe le gare. Non a caso sia la compagine di Fiscante che quella di De Lima, secondo gli addetti ai lavori, sono tra le accreditate principali a lottare per centrare la promozione diretta.

Peccato per il topolino che si tratti di una gara che non regala i tre punti in campionato, peccato per l’elefante che dalla settimana prossima, sia praticamente vietato sbagliare in quanto ogni squadra che si affronta, giocherà sempre con il coltello tra i denti. Scatta un allarme, con una sirena che in fondo non fa neanche tanto rumore. La Coppa Italia è una competizione particolare, che ruba ore di sedute di allenamento e non c’è da meravigliarsi se qualcuno non fa drammi nel caso in cui si dovesse uscire dalla competizione. Non è il caso però di L84 e Città di Asti, due corazzate in grado di viaggiare su due binari paralleli come campionato e coppa. Entrare nella Final Eight è sempre un onore e un onere. Arriva così la prima settimana chiave, in grado di testare e tastare il clima spogliatoio. Chi riuscirà questo sabato a buttare un po’ di acqua sul fuoco? Al parquet l’ardua sentenza.