Avis Isola, Tabbia non fa proclami: “Il nostro obiettivo è la salvezza”

L’Avis Isola ritrova la serie C1, ma Sergio Tabbia mantiene un profilo basso e ha ben chiaro l’obiettivo primario della società astigiana

L’Avis Isola è ritornata ufficialmente sul massimo palcoscenico regionale. Sergio Tabbia ritrova la serie C1, ma il profilo della compagine astigiana rimane basso: “Non facciamo voli pindarici, puntiamo in primis al raggiungimento della salvezza: prima arriva e meglio è per tutti”. L’ex allenatore dell’Asti guarda in faccia alla realtà e con un mercato in entrata molto chirurgico non tocca far altro che lavorare con il materiale che c’è a disposizione. I giovani dell’Avis Isola seguono attentamente le indicazioni del loro tecnico, nel frattempo sono ritornati dal Monferrato Michel Banzato e Nico Parauda. Il classico usato sicuro in quanto già profondi conoscitori del mondo Avis così come in fondo anche la scommessa Alberto Rasero. L’ex allenatore del Monferrato, classe 1985, dopo sette anni si è rimesso nuovamente gli scarpini per aiutare a perorare la causa astigiana.