Bonus collaboratori sportivi: perché ho ricevuto un indennizzo inferiore?

Dopo le erogazioni avvenute da Sport e Salute sono emerse altre problematiche: il bonus collaboratori sportivi è spesso inferiore

Doveva essere un giorno in cui molti lavoratori dello sport tiravano un sospiro di sollievo. L’erogazione della tantum prevista dal decreto sostegni del Governo Draghi è stato annunciata, eseguita e ufficializzata da Sport e Salute: tutti felici? Più o meno anche perché molti collaboratori sportivi, dopo aver consultato il conto corrente, si sono resi conto che l’ammontare dell’indennizzo è inferiore a quanto previsto. La maggior parte infatti lamenta di aver ricevuto soltanto l’ammontare minimo previsto dal decreto sostegni. Ricordiamo che l’indennizzo riconosciuto viene calcolato in base ai compensi percepiti nell’anno 2019:

  • se si è dichiarato un reddito fino a 4mila euro si ha diritto ad un indennizzo di 1.200 euro
  • se si è dichiarato tra i 4mila euro e i 10mila si ha diritto ad un indennizzo di 2.400 euro;
  • se si è dichiarato oltre i 10mila euro annui si ha diritto ad un indennizzo di 3.600 euro.

I centralini di Sport e Salute, come la casella di posta elettronica, sono stati presi d’assalto per comunicare l’errato indennizzo. L’ente predisposto all’erogazione ha constatato che sono stati indicati in maniera non corretta l’ammontare dei compensi percepiti nell’anno 2019: sono stati segnalati compensi di 8,00 euro anziché di 8.000 euro. Questione di dettagli di virgole o di punti ma la differenza è rilevante. Infatti molti beneficiari hanno indicato la cifra con la virgola e il sistema ha di fatto così recepito una cifra rientrante sotto i 4mila euro di reddito.