Bonus collaboratori sportivi: i beneficiari bussano alla porta di Sport e Salute

In attesa che vengano erogati i bonus collaboratori sportivi, alcuni beneficiari sperano nella riapertura della piattaforma di Sport e Salute

E’ già successo e per tale motivo è lecito sperare. Se molti beneficiari del bonus collaboratori sportivi sono in attesa di ricevere le indennità stabilite dal Decreto Sostegni bis relative ai mesi di aprile e maggio, altri invece sperano in un segnale di Sport e Salute che non riguarda i pagamenti. Non sono pochi infatti quei lavoratori dello sport che per problemi vari, non hanno potuto rispondere alla mail di Sport e Salute per confermare i requisiti per ricevere le indennità. Per tale motivo l’unico modo affinché tutti i lavoratori dello sport possano ricevere quanto gli spetta è quello di una riapertura dei termini. Nella precedente erogazione che riguardava i mesi gennaio, febbraio e marzo l’ente predisposto all’erogazione ha comunicato quanto segue su input della Sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali:

“Come noto, Sport e Salute S.p.A. ha proceduto, per il mese di gennaio, febbraio, marzo 2021, ad erogare, in via automatica, l’indennità a oltre 150.000 Collaboratori Sportivi già beneficiari dell’indennità per i mesi precedenti. Condividendo la richiesta della Sottosegretaria Valentina Vezzali, per non lasciare indietro nessuno, c’è ora un’ultima possibilità di confermare, o meno, i requisiti per il mese di gennaio, febbraio e marzo 2021 a tutti quei richiedenti che, per i più disparati motivi, non sono riusciti a rinunciare oppure a confermare di avere i requisiti o a rinunciare.

Nelle prossime ore, verrà inviata una nuova mail a tutti quei soggetti – ulteriori e diversi rispetto a chi abbia rinunciato e a chi abbia già ricevuto indennità di gennaio, febbraio e marzo 2021 – per cui risulti che abbiano ricevuto almeno un’indennità per i mesi precedenti e che non rientrino tra i soggetti per cui si è registrata un’incoerenza con i dati presenti nei registri INPS. Ricordando che la mail verrà inviata all’indirizzo inserito in piattaforma informatica – l’unico valido per ricevere le comunicazioni della Società – vi preghiamo di monitorare la mail, compresi i messaggi in spam e in posta indesiderata e a verificare che la casella postale non sia piena o inattiva”