Caio Homsi, dagli States a Pistoia: “Non vedo l’ora di rimettere la maglia arancione”

caio homsi
(foto Facebook Caio Homsi)

Un altro tassello giovanissimo per il Futsal Pistoia che accoglie Caio Homsi, di ritorno in Toscana dopo l’esperienza negli Stati Uniti

Prosegue con l’italo-brasiliano Caio Homsi il mercato costruito su giovani talenti del Futsal Pistoia. Il club toscano mette a disposizione di coach Lami il classe 2000 che si è svezzato in maglia arancione prima di partire in direzione USA. Ora, il grande ritorno in Italia, battezzato dalle prime parole rilasciate al suo nuovo/vecchio ufficio stampa: “Mi hanno convinto a tornare il progetto giovani del Futsal Pistoia, la professionalità di tutti i dirigenti e dello staff e principalmente la fiducia che ho in tutti per il modo in cui mi hanno ricevuto la prima volta!. Ho avuto una esperienza sportiva e personale indimenticabile! Sicuramente uno dei momenti più importanti in quella stagione fu la vittoria dei playoff regionali Juniores e l’arrivo tra le sedici migliori squadre d’Italia con l’Under 21! A fine stagione ebbi anche la grandissima opportunità di essere convocato a uno stage della Nazionale Italiana!. Ero molto giovane quando sono arrivato a Pistoia, quindi all’inizio era un po’ difficile per me capire le tattiche e il futsal italiano, però tutti gli allenatori e lo staff mi hanno aiutato e dato tutto il supporto necessario per crescere come giocatore e fare una grande stagione. Nelle ultime stagioni ero negli Stati Uniti a giocare a calcio a 11 e per frequentare l’università. Mi sento pronto e motivato per questa nuova avventura, non vedo l’ora di indossare la maglia arancione e fare anche meglio dell’ultima volta! A chi mi ispiro? Credo che al momento Dyego (Barça Futbol Sala) e Rodrigo (Magnus Futsal) sono le mie fonti d’ispirazione nel futsal, tanto per la qualità offensiva come per quella difensiva”.