Calcio a 5, il girone D di serie B: “Montemurro ci disprezza”

montemurro divisione calcio a 5
Andrea Montemurro (foto www.divisionecalcioa5.it)

Le società di calcio a cinque presenti nel girone D di serie B, puntano il dito contro l’operato della presidenza della Divisione calcio a 5

Ad alzare la voce contro la presidenza della Divisione calcio a 5 è toccato questa volta alle squadre toscane, umbre e marchigiane presenti nel girone D di serie B. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato unificato del Prato, Sangiovannese, Lastrigiana, Mattagnanese, Poggibonsese e Atlante Grosseto, a scrivere un accorato appello ai vertici federali. “Dopo la videoconferenza di sabato 9 maggio avuta con i vertici della Divisione calcio a 5, ci siamo presi qualche giorno prima di esprimere il nostro pensiero. Con grande tristezza e rammarico constatiamo lo stato di abbandono in cui riversiamo oggi.  Una riunione voluta dal Presidente Montemurro, a cui proprio il numero uno della Divisione non si è presentato, in totale disprezzo e mancanza di rispetto delle circa 90 società di serie B presenti. Società che rappresentano quasi il 50% del movimento del Futsal Nazionale. Ha preferito farsi rappresentare da una nota scritta, ma noi potevamo confrontarci con una nota scritta? Ad onor del vero erano presenti anche sette Consiglieri ed il Segretario, che non hanno potuto far altro che ascoltare le nostre (minime) richieste senza però poterci dare risposte. Quelle risposte che tutto il movimento si attende da tempo, troppo tempo oramai. Ogni giorno sentiamo fiumi di parole che scorrono come l’acqua sotto i ponti, ma non lasciano segni tangibili. A noi piacerebbe solo sapere quando e come termineranno questi campionati, se e quando ci sarà la restituzione delle fidejussioni versate e di ciò che è stato pagato e non usufruito sul campo. Oltre ovviamente al supporto economico che la Divisione è in grado di mettere sul tavolo  per fare in modo che le società possano ripartire e dare lustro, come hanno fatto fino ad oggi, a questo movimento. L’unica risposta che recepiamo è la seguente “solo il Consiglio Direttivo può decidere, ma solo il Presidente lo può convocare”. E allora vogliamo fare un appello: Egregio Presidente Le chiediamo, convochi il Consiglio Direttivo e lo faccia alla svelta. Prendete delle decisioni. Non può lasciarci in questo limbo, non ce lo meritiamo. Ci permettiamo sommessamente di ricordarLe che la Divisione non è la Sua, ed i veri azionisti siamo noi società. Lei ne è un dipendente, non abusi del Suo mandato. Siamo stanchi di lottare contro i mulini a vento. Ci auguriamo che il vento possa cambiare in modo repentino e possiate ridare credibilità a quella Divisione a cui noi tutti teniamo fortemente mettendoci tempo e denari.”

Cordiali saluti

Le società del Girone D della Serie B

Prato

Vis Gubbio

Cus Ancona

Sangiovannese

Askl

Mattagnanese

Lastrigiana

Poggibonsese

Atlante Grosseto

Grottaccia

CTS Grafica

Cagli