Calvetti da manuale, Spartak con le ossa rotte

[video_tlw url=”https://player.vimeo.com/external/246262343.m3u8?s=2be0df3171e17afefa4938d349ef4a30e4e2ead1″ autoplay=”true” width=”100%” height=”300″ mute=”false” repeat=”false”]

Un fantascientifico Calvetti è il capo branco dei Compari Randagi, sempre in controllo nella sfida allo Spartak Giardino

Continua la serie positiva per i Compari Randagi che, seppur con qualche brivido nel finale, aggiungono un’altra vittoria alla loro classifica a danno di uno Spartak Giardino che sembra trovare la chiave del match troppo tardi. L’inizio è devastante per i ragazzi in verde che in novanta secondi subiscono la doppietta dell’esordiente Calvetti, autentico mattatore della serata; Benedetto ci prova due volte a ridurre la distanza ma Patania è attento a chiudere lo specchio. Tocca poi a Semplici timbrare il cartellino, ma Calvetti ribadisce l’antifona eseguendo uno slalom gigante tra gli avversari e batte Silva Sanchez per una tripletta ben prima che scatti il decimo di gioco. Su un campo ai limiti della praticabilità, reso ghiacciato dal freddo siberiano, i calcettisti fanno miracoli per rimanere in piedi e la formazione biancorossa sembra andare ad una velocità doppia rispetto agli avversari così che, al duplice fischio, il risultato la vede avanti di quattro marcature. Nella ripresa Patania sembra aver perso un po’ di quella solidità che lo aveva contraddistinto nella prima frazione e non è perfetto sulla conclusione di Emiliano Grande che fa riavvicinare lo Spartak. Ci pensa il solito Calvetti a ricacciare indietro gli avversari che però, a differenza della prima frazione, riescono a rispondere colpo sul colpo riuscendo, per lo meno, a non far aumentare il divario. Quando si entra negli ultimi dieci minuti di gioco si scatena Benedetto: il numero 21 verde, fermato molte volte nella prima frazione da Patania, trova il guizzo giusto e con una tripletta inizia a piantare il seme della rimonta. Lo Spartak arriva a recuperare gli avversari fino a far sentire il fiato sul collo con solo una lunghezza di distacco. Ad estirpare il tentativo di rimonta ci pensa Jonsson che, a circa due minuti dal triplice fischio, nel momento migliore degli avversari trova in contropiede la rete che smorza l’entusiasmo dei giardinieri. A completare il tabellino arriva, in pieno recupero, l’ennesimo gol di Calvetti che suggella una prestazione all’esordio da manuale che vale tre punti per i Compari Randagi.

CAMPIONATO CALCIO A 5 – GIRONE B

COMPARI RANDAGI – SPARTAK GIARDINO 10-7

MARCATORI: pt 0’25”, 1’33”, 7’37” Calvetti, 5’15” Semplici, 8’13” Borasio, 10’07”, 23’58” Jonsson, 15’30” Mirabello; st 4’56” Grande E., 7’18”, 15’40”, 26’11” Calvetti, 12’57” Grande D., 16’13”, 19’12”, 23’05” Benedetto, 23’38” Jonsson.

COMPARI RANDAGI: Patania, Borasio, Tarizzo, Aimino, Pasero, Jonsson, Calvetti.

SPARTAK GIARDINO: Silva Sanchez, Giampà, Semplici, Grande D., Mirabello, Grande E., Benedetto.

NOTE: Ammoniti Benedetto e Tarizzo.

MIGLIORI IN CAMPO: Calvetti – Benedetto.

Spartak Giardino