Cambiano i campionati in rosa: nascerà la Serie B femminile nazionale

serie a2 femminile top five
Dopo il ritiro de I Bassotti, il Top Five è rimasta l'unica piemontese in A2 (foto PinoZannMegaZpm)

Tempo di cambiamenti profondi per l’universo in rosa: dal 2019/20 sorgerà la Serie B femminile nazionale, ecco come si modificheranno gli altri campionati

Benvenuta Serie B femminile. La Divisione calcio a cinque sta studiando una serie di modifiche che investiranno i campionati in rosa a partire dalla stagione 2019/20, ma che avrà inevitabili ripercussioni già sui meccanismi promozione e retrocessione della prossima stagione. La novità sostanziale sarà la nascita della Serie B femminile nazionale, suddivisa in quattro gironi e che rappresenterà gradino intermedio verso la Serie A2 (formata da due gironi e non dai quattro attuali), sulla scia di quel che già oggi avviene a livello maschile. Ne consegue che nella stagione 2018/19 sarà una categoria A2 particolarmente tosta da mantenere: in ognuno dei quattro gironi saranno almeno sei o sette le squadre che confluiranno nella nascitura Serie B, mentre non ci saranno i classici playoff e solamente la prima classificata volerà in Serie A. Dunque, complessivamente aumenterebbero le società impegnate nei campionati nazionali, ma con la certezza che una categoria in più possa rendere maggiormente accessibili trasferte e impegni economici da sostenere. Una soluzione che la Divisione calcio a cinque sta vagliando (e che dovrebbe essere ufficializzata a breve) anche e soprattutto per porre un freno alla piaga dei ritiri a campionato in corso.