Casasco boccia il Dpcm: “Assurdo fermare lo sport giovanile”

casasco
(foto fmsi.it)

Il Presidente dei Medici Sportivi Maurizio Casasco ha bocciato completamente il nuovo Dpcm e il blocco per lo sport giovanile

Ai microfoni di Radio 1 Rai, il numero della Federazione Medici Sportivi Italiani Maurizio Casasco è intervenuto per definire in maniera molto critica la propria posizione sul nuovo Dpcm: “Sono sconcertato: non esiste una logica che giustifichi la decisione di chiudere l’attività sportiva solo ai giovani, è assurdo, al di fuori di ogni evidenza epidemiologica e scientifica. Non credo che sia stato il governo ma una parte del Cts, credo per la non conoscenza dei campionati. Ho apprezzato il Governo per gli interventi sulla sicurezza nel mondo del lavoro il 14 marzo con le parti sociali e sui protocolli dello sport a cui la Federazione Medico Sportiva Italiana ha attivamente partecipato. Mi fa piacere che parte dell’attività sportiva organizzata, come quella delle Federazioni, Enti di Promozione e Discipline Associate, che già applica i protocolli, a differenza di quelle ludico motorie, abbia avuto la giusta attenzione. Ma è assolutamente non condivisibile e addirittura assurdo che l’Italia, su indicazione di parte del CTS, probabilmente non conoscendo l’organizzazione sportiva, sia salita sul podio dell’assurdo per aver bloccato esclusivamente tutta l’attività giovanile nello sport. Scuola e Sport giovanile devono essere allineati!!! Abbiamo inventato il lockdown dello sport giovanile!!!”