Città di Asti, Formiglio zittisce tutti: “Crisi? Vi spiego i nostri progetti”

formiglio città di asti
Il presidente Roberto Formiglio con l'ultimo botto di mercato Xuxa Zanchetta (Foto: Facebook Città di Asti Calcio a 5)

Il patron del Città di Asti Roberto Formiglio smentisce le voci di una possibile debacle sul palcoscenico del futsal e rilancia con nuovi progetti

Il silenzio, soprattutto in questo periodo, non è necessariamente un segnale di salute. Asti città è stata pesantemente colpita dalla pandemia del coronavirus, quella del futsal invece stringe i denti ma rimane viva più che mai: “Il momento sicuramente non è semplice ma il Città di Asti non ha nessuna intenzione di lasciare questa disciplina”. Parole e testo del patron Roberto Formiglio che zittisce le malelingue che giravano intorno ai biancorossi: “Dobbiamo ancora convocare un consiglio direttivo, anche perché stiamo ancora cercando di capire come possa terminare questa stagione, ma non abbiamo alcuna intenzione di mollare, anzi, nel caso in cui ci fosse la possibilità potremo vagliare anche una richiesta di ripescaggio in serie A”. Da queste parti la bandiera bianca non si alza, anzi la volontà è ben chiara: “Dobbiamo cercare di migliorare questa società in ogni sua sfaccettatura ed è anche normale che magari ci stiamo guardando intorno per discutere possibili alleanze – afferma il presidente – la fusione tra Carmagnola e Fossano insegna”. La nascita della Elledì Fossano fa scuola, così ogni possibile scenario può prendere forma e non sembra così impossibile un possibile dialogo con l’Orange Futsal. Già la passata stagione con i “cugini” c’era stato un tentativo verso questa direzione ma non scattò il colpo di fulmine, chissà se adesso sarà la volta buona?