Cogliati attende il Carmagnola: «Sarà la partita della verità»

cogliati real cornaredo
Il patron Cogliati vede ormai allontanarsi la prospettiva della promozione diretta

Il patron del Real Cornaredo Cogliati suona la carica in vista della sfida di alta classifica contro l’Elledì Carmagnola, nel match d’andata battuta solo grazie al Giudice Sportivo

La prima sconfitta stagionale nel Girone A di Serie B ha lasciato il segno, lo dice la classifica e lo dice il patron Luca Cogliati: «Sabato sarà la partita della verità». Non usa troppi giri di parole il numero uno del Real Cornaredo, anche perché l’Elledì Carmagnola non è affatto un’avversaria come tutte le altre: «E’ un’ottima squadra, candidata seriamente alla promozione diretta». Nella gara di andata il parquet sorrise ai piemontesi, ma i tre punti presero la strada di Scandaliato e compagni grazie al ricorso vinto. Così fu evitato il primo semaforo rosso, che è arrivato invece sabato scorso: «Non è stata un gran partita – prosegue Cogliati – ma nonostante tutto non sono deluso, perché ad Aosta ci può stare perdere, non a caso all’andata è maturato un risultato bugiardo. L’espulsione di Surace ci ha poi tagliato le gambe. Sinceramente sono più arrabbiato per i quattro punti persi con Avis Isola e Savigliano». Renato Fracci sabato si affiderà al feeling casalingo di Scandaliato, al recupero di Casagrande e a Messineo ovvero la rivelazione della stagione, un prodotto del settore giovanile del Real Cornaredo.