Coppa Italia, I Bassotti si arrendono in semifinale

semifinale bassotti final eight

Nella Final Eight di Coppa Italia vinta infine dall’Alex Gold Zulli, I Bassotti di Caprio si arrendono in semifinale

Una bellissima torta cui è mancata la ciliegina. La metafora di Nicola Caprio illustra come meglio non si potrebbe l’avventura de I Bassotti nella Final Eight di Coppa Italia che ha visto salire sul trono le abruzzesi dell’Alex Zulli Gold Futsal. Per le nostre ragazze è stata una kermesse appassionante, impreziosita dalla vittoria nei quarti di finale sulle padrone di casa e strafavorite del Real Balduina e poi conclusa in semifinale al cospetto dell’Audace Verona. Felicità e delusione, soddisfazione e rimpianto, si mescolano nelle parole del tecnico delle torinesi Caprio: «Che dire, un pizzico di amaro in bocca è rimasto perché è stata una partita nella quale gli episodi non ci hanno certamente favorito. Abbiamo commesso qualche errore, è evidente, e ci è mancata nel finale la lucidità per attaccare nel modo più funzionale, in particolare con il portiere di movimento. E resta l’enorme rammarico per non aver potuto giocarci tutte le nostre carte, viste le squalifiche di Russo e Ferri. Però ci sono anche molti aspetti positivi da rimarcare: anzitutto le ragazze sono state fantastiche, hanno messo l’anima in campo fino all’ultimo secondo. E poi questi giorni credo siano stati un netto passo in avanti nel consolidamento del gruppo e nella trasmissione dei valori che ci eravamo sin dall’inizio riproposti di trasferire. Siamo partiti da zero sette mesi fa e abbiamo in ogni caso conseguito un risultato storico per la società. Certo, la serie A era a un passo, ma ci sarà un’altra occasione…». Già, perché sarebbe bastato battere l’Audace Verona e approdare in finale per conquistare il campionato nazionale. A I Bassotti, però, resta un’altra chance da giocarsi domani sera alle ore 20.30 al Palatucci di Torino, ovvero la finale dei playoff regionali contro il Fucsia Nizza che darà accesso diretto alla fase nazionale. Sfida che si annuncia intensa ed equilibrata, una gustosa rivincita dopo la finale di Coppa Italia che vide trionfare Marrari e compagne.