Coronavirus, i timori del Valtournenche: “Abbiamo paura di essere contagiati”

(Foto: Facebook Valtournenche Calcio a 5)

Il coronavirus anche se non ha colpito il Valtournenche, incute preoccupazioni e dubbi sull’inizio e la prosecuzione della stagione

Il Valtournenche per adesso tira un sospiro di sollievo, ma il coronavirus potrebbe arrivare anche a quelle altitudini: “Secondo noi non ha senso iniziare il campionato”. Il cuore pulsante valligiano, Domenico Stefanetti, alza la voce a poche ore dall’inizio del campionato di serie C2: “Non nascondo che abbiamo timore anche se non abbiamo nessun positivo, ma alcuni miei giocatori hanno deciso di non giocare per non recare un possibile danno alle proprie famiglie”. Un comune con poco più di duemila residenti, nella stagione invernale viene preso d’assalto dai turisti: “Molti nostri tesserati lavorano nel turismo o in strutture ricettive e dover iniziare una stagione sportiva con il rischio di poter essere contagiati stanno pensando seriamente a non scendere più in campo”. Stasera comunque i valligiani andranno a far visita alla Pro Vercelli per la prima trasferta stagionale: “Iniziamo e poi si vedrà”.