Divisione calcio a 5, cosa ha deciso il Consiglio Direttivo sui tesseramenti?

bergamini
Il presidente della Divisione Calcio a cinque Luca Bergamini (foto ufficio stampa divisione c5)

Si è svolto nella giornata di ieri un importante Consiglio Direttivo: sul tavolo anche la proposta della proroga dei tesseramenti

Nel Consiglio Direttivo che si è svolto ieri si è deciso di non prorogare i termini di tesseramento fino al 31 marzo: rimane valido quello relativo al 26 Febbraio. Ecco il comunicato completo della Divisione Calcio a 5:

“Si è svolto questo pomeriggio in modalità di videoconferenza il Consiglio Direttivo della Divisione Calcio a 5. Erano collegati il Presidente Luca Bergamini, il Vicepresidente Vicario Alfredo Zaccardi, il Vicepresidente Leonardo Todaro, i Consiglieri Donato Giovanni Allegrini, Stefano Castiglia, Andrea Farabini, Umberto Ferrini, Stefano Salviati, Antonio Scocca; il Segretario Fabrizio Di Felice; il presidente del Collegio dei Revisori dei Conti Francesco Giordano, il membro del collegio Massimiliano Scarcia; i Delegati Assembleari Jonatha Falco e Francesco Novello; il responsabile Affari Generali e Compliance Francesco Casarola.

Successivamente all’approvazione del Verbale della seduta precedente e ascoltate le comunicazioni del Presidente, il Consiglio si è concentrato sull’analisi dello stato di organizzazione della Final Eight di Coppa Italia di Serie A maschile e Serie A femminile, il cui regolamento e programma sarà definito da successivi Comunicati Ufficiali.

Prese in esame le manifestazioni di interesse pervenute in merito all’organizzazione delle Final Eight di Serie A2 maschile, A2 femminile e Serie B, nei prossimi giorni la Divisione ufficializzerà le sedi delle Coppe Italia.

Proposta inoltre una rimodulazione delle date Campionati Nazionali, con particolare attenzione a Playoff e Playout: la Divisione Calcio a 5 provvederà a pubblicare i Comunicati con le ufficialità di competenza.

Il Consiglio Direttivo, visto il C.U. 721 in relazione al differimento dei termini di tesseramento, ha ratificato che il limite temporale rimane fissato al 26 febbraio scorso“.