Domus Bresso, il presidente Celi: “I progetti societari rimangono ambiziosi”

Giovanni Celi (Foto: www.Futsalworld.it)

Dopo l’uscita dal direttivo di Maccarone e Mazzara, il patron Celi svela le ambizioni e i programmi futuri della Domus Bresso

“In fondo non è cambiato nulla perché i progetti della Domus rimangono ambiziosi”. Testo e parole del presidente Giovanni Celi che ha tenuto a precisare il futuro della società lombarda: “E’ vero che ci hanno lasciato due risorse importanti come Christian Maccarone e Pietro Mazzara ma quanto programmato per il futuro viene confermato – afferma Celi – Ci dispiace per Maccarone perché è stato un punto di riferimento per questa società così come per Mazzara che per motivi lavorativi non potrà più dare il contributo che ha fornito in questi anni”. Dopo l’annuncio di Massimiliano “Max” Santini come sostituto in panchina di Alessio Battaia, il numero uno vede un futuro roseo: “Siamo una delle poche società che schiera soltanto giocatori italiani. Siamo ai vertici del campionato di serie B, quest’anno abbiamo centrato l’obiettivo dei playoff, ci sono molti giocatori che si offrono per indossare questa maglia e in società ci sono persone che lavorano in silenzio per il bene di tutti”. Marco Gulizia continua ad essere uno dei punti basilari della Domus, così come l’esperienza di Rosario D’Onofrio. La Domus non è cambiata per nulla. Anzi.