Donderi è il solito refrain, Maggica senza voce

[video_tlw url=”https://player.vimeo.com/external/244326361.m3u8?s=7a01315b3a2795623b8c49f8332ad19841f0ac17″ autoplay=”true” width=”100%” height=”300″ mute=”false” repeat=”false”]

La straordinaria serata di Rossella Donderi annienta le velleità della Maggica e regala il successo al suo Politeam

Nel freddo severo di via Panetti si affrontano in un clima di euforica allegria due vecchie conoscenze del campionato Cus Torino: Politeam e Maggica. Se la prima formazione è pressoché quella di sempre, orfana del capitano Onate Salazar volata in Argentina per motivi di lavoro, la squadra capitanata da Immormino conta diversi volti nuovi che dovranno dimostrare di essere all’altezza del suo glorioso passato. Passano circa 20 secondi dal fischio di inizio, che subito la Maggica viene punita per il suo atteggiamento scanzonato da Donderi che scorrazza incontrastata nella metà campo avversaria e la doppietta non tarda ad arrivare.  A questo punto Andreetto, a comando della Maggica difesa, inizia a richiamare le sue all’ordine con l’eleganza di cui è solita dare sfoggio. Ma per quanto urli, le sue sembrano fare orecchie da mercanti e concluse le rare azioni di attacco, si dimenticano completamente della fase difensiva che stasera sembra essere più un lusso che la prassi. La Maggica prova con Barucci, che dimostra di avere buoni piedi, a rialzare la testa e porta il punteggio sul 2-1. Ci pensa poi ancora Donderi a mettere il sigillo a una vittoria che la vede protagonista con una tripletta e alcune occasioni in cui invece di colpire il pallone preferisce deliziare il pubblico con singolari mosse di danza a corpo libero. La Maggica, invece, esce sconfitta, ma mantiene alto il morale. Quest’anno sembra essere l’anno giusto per sperimentare e divertirsi, magari amalgamando la squadra in vista di una prossima stagione in cui tornare a essere più competitiva.

CAMPIONATO FEMMINILE – GIRONE B

MAGGICA 2.0-POLITEAM  1-3

MARCATORI: 3 Donderi (P), Barucci (M)

MAGGICA 2.0: Andreetto, Balena, Barucci, Cigna, Fiore, Fusari, Immormino, Ippolito, Ricaldone.

POLITEAM: Mondiglio, Catarinolo, Dipino, Francois, Occhipinti, Lapenna, Marcano Leon, Donderi, Gullo, Di Biase, Capizzi.

MVP: Chiara Andreetto. Nonostante la prima distrazione iniziale che concede il vantaggio alle avversarie, prova come sempre a incitare le sue e le serve in avanti con pregiati pallonetti. Essenziale.

Migliore attrice non protagonista: Margherita Lapenna. Sfiora il gol innumerevoli volte, solo il palo le sbarra la strada, al contrario delle avversarie che fuggono nel timore di essere colpite dai missili che lancia.