Falcao alla Maritime: suggestione vera o marketing?

falcao show maritime
Una perla di Falcao durante l'esibizione ad Augusta (foto Nicola Avellino)

Tra esibizioni e dichiarazioni, un futuro abbraccio tra Falcao e la Maritime è scenario credibile o abile manovra pubblicitaria?

Falcao in Italia, in Sicilia, ad Augusta. Un successo strepitoso il Falcao Futsal Show, organizzato dalla Maritime, che ha riempito il PalaJonio, in visibilio per le giocate del più forte giocatore della storia del futsal mondiale. Giocate d’alta scuole, come lui solamente sa mostrare, divertimento allo stato puro. Questo e tanto altro è stato il Falcao Futsal Show, che ha seguito la vittoria per 9-1 della Maritime in campionato contro il Barletta e due sedute d’allenamento con la scuola di calcio a 5 della stessa società. Dopo la partita che ha visto le grandi giocate del campione brasiliano, è arrivato il moneto di foto, abbracci e interviste. Proprio le interviste, alle quali il grande Falcao non si è sottratto. Tra le tante dichiarazioni rilasciate, una ha messo la pulce nell’orecchio ai tanti addetti ai lavori siciliani e non: «Voglio fare i complimenti alla Maritime per il suo progetto, mi piace molto. Non è da escludere che possa vestire questa maglia e giocare con i megaresi». Parole che non possono passare inosservate e che rappresentano molto più di una semplice suggestione o di un semplice desiderio di mercato. Tutti sanno che la forza economica della Maritime non è paragonabile alle altre: se la società di patron Mangano e del presidente Ciccarello volesse concedersi lo sfizio di portare ad Augusta il più forte giocatore del mondo, potrebbe farlo senza alcun tipo di problema o remora.

Clicca qui per classifica Serie A2 Girone B

Tuttavia, fino a dove potrebbe spingersi questa suggestione e questo sogno? «La squadra è già al completo e non abbiamo alcuna intenzione o necessità di intervenire sul mercato, non sono previste operazione né in entrata, né in uscita. E’ una decisione maturata d’intesa fra dirigenza e staff tecnico. A coach Miki, al suo vice Manolo ed ai ragazzi il compito di proseguire sulla strada tracciata​;​ andatura e direzione sono quelle giuste ma c’è ancora tanta strada da percorrere». Queste sono le dichiarazioni rilasciate in settimana dal direttore sportivo Giacomo Armellini, che chiude le porte ad ogni movimento di mercato dicembrino. Questo non vuol dire che Falcao non possa essere una risorsa anche per la massima Serie, che la Maritime disputerà con buona probabilità già dal prossimo ottobre, ma forse qualche dichiarazione di troppo ha fatto correre eccessivamente la fantasia di chiunque sogni di vedere Falcao in Italia. Suggestione, reale possibilità…o strategia pubblicitaria? Ai posteri l’ardua sentenza…

Alessio Patti