Fortino ha la bacchetta magica: doppietta e buona sorte per il Città di Asti

città di asti fortino
La prima di Fortino con la maglia del Città di Asti (foto Facebook Città di Asti)

Esordio da incorniciare per Rodolfo Fortino con la maglia del Città di Asti: doppietta e alcuni segnali del destino decisamente incoraggianti

Non è stato un sabato qualsiasi per il futsal piemontese in serie A2. È scoccata l’ora di Rodolfo Fortino alla prima uscita ufficiale con il Città di Asti. Lo ha fatto a modo suo vestendo i panni del bomber (doppietta), uomo assist e porta fortuna visto i tre legni colpiti dal Leonardo e la coincidenza di risultati che rilanciano pesantemente i biancorossi per la promozione diretta. “Robocop” è capace di rompere ogni equilibrio su qualsiasi palcoscenico internazionale, figuriamoci in quello nazionale e di serie A2. Per lui un volo diretto tra le due isole: Sicilia e Sardegna, per poi al termine della gara, trasferirsi sulla terra ferma in quella che è stata il suo grande amore in Italia, come Asti. A Cagliari è stata una vittoria sofferta (4-3), ma quando l’ex pivot dello Sporting Lisbona è stato chiamato da Gianfranco Lotta per entrare in campo, il suo timbro non si è fatto attendere. Meglio di così non poteva andare. Vedi la sfortuna del Leonardo con l’ultimo legno colpito da Tidu a quaranta secondi dalla sirena e le parate decisive di Tropiano successivamente al legno clamoroso. La classifica sorride non solo per i tre punti conquistati, ma anche perché il Petrarca cade a Mantova e la vetta dista solo quattro punti. Un’inezia con un Fortino a disposizione, capace di avere la bacchetta magica anche quando non ha la sfera tra i piedi.