Futsal Champions League: parte oggi in Croazia la caccia al trofeo più ambito

Sarà la Cosic Arena di Zara ad ospitare la fase finale di Champions League (Foto: www.tecnovision.it)

Parte oggi l’assalto alla Champions League per la prima volta con un nuovo format: in campo Benfica-Kairat e Barça-Dobovec

Si accendono i riflettori alla Cosic Arena di Zara, cittadina croata a metà strada tra Zagabria e Dubrovnik, pronta ad ospitare questo nuovo inedito format della Uefa Futsal Champions League, che prevede per la prima volta, causa pandemia, la partecipazione di otto squadre alla fase finale, dopo anni di final four.

Si parte questo pomeriggio, alle ore 15.00, con Benfica-Kairat Almaty. Alle 20.00 sarà la volta dei campioni in carica del Barcelona che affronteranno il Dobovec. Domani gli altri due quarti di finale, con le due russe Yugra e Kprf che affronteranno rispettivamente Inter Movistar e Sporting Lisbona. Sabato le due semifinali, lunedì la finalissima.

La gara inaugurale vedrà di fronte, per la nona volta nella massima competizione continentale, i vice campioni di Portogallo allenati da Joel Rocha e i 17 volte campioni del Kazakistan guidati da coach Kakà. Le aquile rosse che non salgono sul tetto d’Europa dal lontano 2010, quando tra le mura amiche sconfisse l’Interviu. Kairat, invece, che va a caccia del tris dopo i successi del 2013 e del 2015. Non mancherà di certo lo spettacolo visto il livello mondiale dei singoli interpreti: Higuita, Humberto, Gadeia e l’ex Fernandinho tra i kazaki, mentre tra i lusitani Robinho, Chishkala, Tayebi e Roncagli, questi ultimi due con un passato ad Almaty.

Alle ore 20.00 sarà la volta dei campioni in carica del Barça, i quali dovrebbero avere sulla carta l’impegno più agevole, contro la sorpresa Dobovec. Gli spagnoli di coach Plaza si presentano tra le favorite della competizione, nonostante nelle ultime due settimane hanno perso finale di coppa e Supercoppa spagnola contro l’Inter Movistar. Catalani che andranno a caccia del poker in Europa, trascinati dalle reti del bomber Ferrao, oltre che dal talento dei vari Dyego, Adolfo, Matheus e Daniel, tra gli altri. Assente di lusso capitan Sergio Lozano, out per infortunio. Sloveni che si presentano invece per la prima volta alla fase finale; la colonia croata guidata da coach Kjtim Morina e dagli ottimi Matosevic, Periz e Novak, proverà la mission impossible, ma senza poter contare sulla stella Cujec (ex Asti), fuori per squalifica. Anche un po’ di Italia in questa sfida, con Galante terzo arbitro e Manzione crono.