Futsal Euro 2018, Ronconi attacca: «Italia fuori? Già tutto scritto…»

ronconi feldi eboli
Massimo Ronconi non sarà più dunque allenatore della Feldi Eboli (foto Facebook Feldi Eboli)

Il tecnico della Feldi Eboli Massimo Ronconi è fortemente critico sulla precoce eliminazione dell’Italia da Futsal Euro 2018 e soprattutto sull’operato di Menichelli

La ferita è ancora fresca. L’uscita nella fase ai gironi dell’Italia ha fatto storcere il naso a molti addetti ai lavori. L’allenatore della Feldi Eboli, Massimo Ronconi, è sicuramente uno di questi: «Sono veramente allibito per come sia andato questo Europeo. Ma forse in fondo era già tutto scritto. A partire dalle convocazioni fatte da Menichelli su input provenienti da altre parti». Ex giocatore, ma soprattutto allenatore da trent’anni di calcio a 5, Ronconi punta il dito sulla cattiva gestione del gruppo: «Menichelli è principalmente un preparatore atletico e non un allenatore, anche perché nelle sconfitte spesso e volentieri non si assume mai le responsabilità. Per coprire questo ruolo bisogna documentarsi, andare in giro per l’Italia, per palazzetti a visionare i giocatori: sinceramente io non l’ho mai visto fare tutto questo. La prova concreta è chiamare Nicolò Baron per informarsi sul suo minutaggio abituale con la Feldi». I risultati negativi sono sotto gli occhi di tutti: «Il motivo è stato anche perché abbiamo disputato una serie di amichevoli non meritevoli per avvicinarci a questo Europeo. Abbiamo rifiutato di incontrare l’Argentina o la Spagna, forse perché qualcuno tiene più al suo curriculum anziché alla Nazionale».

L’infortunio di Gabriel Lima ha fatto emergere un’altra lacuna nella gestione del gruppo: «Non c’è stata coerenza con le scelte fatte all’inizio, in quanto la logica diceva di richiamare l’ultimo escluso, ovvero Castagna, invece è stato richiamato in fretta e furia Fortino che non ha nemmeno partecipato al ritiro. La coerenza manca anche per l’assegnazione della fascia da capitano, visto che Ercolessi ha più presenze di tutto il gruppo». Per uscire da questo buco nero servirà sicuramente una scossa: «Dubito che succeda, in quanto Menichelli non credo proprio che si dimetterà. Per migliorare questa Nazionale bisognerebbe intanto creare una rete di osservatori che possano fungere da supporto al Commissario Tecnico». Nel frattempo circolano già i papabili pretendenti al successore di Menichelli: «La scelta più logica sarebbe quello di scegliere l’allenatore più vincente che abbiamo in Italia: Fulvio Colini».