Futsal portoghese: Nem, quando l’altezza non conta

Una ripartenza di Nem nella sfida contro il Benfica (foto: mediotejo.net)

Il laterale offensivo dell’Eléctrico con una doppietta ferma i campioni in carica del Benfica, nonostante i suoi centosessanta centimetri

Forse non diventerà un fuoriclasse della disciplina, ma nella massima serie del campionato portoghese Jamison dos Santos Moura si è già conquistato la copertina. L’Eléctrico, squadra in cui milita una vecchia conoscenza del futsal italiano come Andrè Maluko, ha fermato (3-3) i campioni in carica del Benfica. Nemmeno a dirlo il grande protagonista è stato Jamison, ma per tutti è Nem, vista la somiglianza fisica con Wellington Nem, centrocampista in forza allo Shakhtar Donetsk. Classe 1995, laterale offensivo, fisicamente si fa notare più per i suoi riccioli che per la prestanza fisica. Centosessanta centimetri, ma questo poco importa nel calcio a cinque, l’importante è lasciare il segno sul tabellino dei marcatori. Lo ha fatto con una doppietta, nel battesimo della massima competizione lusitana. Esteticamente non fa innamorare i cultori della disciplina, ma la concretezza è l’esatta antitesi. E’ alla sua terza stagione con l’Eléctrico e chissà se questa può essere l’ultima: non è escluso che il suo nome sia finito su qualche taccuino degli addetti ai lavori. Consigli per acquisti.