Gabriel Carvalho: «Obiettivo Serie A con il Civitella»

gabriel carvalho civitella
Gabriel Carvalho, decisivo nel successo sulla B&A Orte (foto Facebook Prato Calcio a 5)

Settimana d’oro per l’ax aostano Gabriel Carvalho, autore di una tripletta nel big match vinto dal suo Civitella Sicurezza Pro sulla B&A Orte

Ha lasciato il segno con una tripletta nel big match contro la B&A Sport Orte: Gabriel Carvalho fa volare il Civitella Sicurezza Pro, che rimane l’unica squadra ad essere imbattuta nel girone A di Serie A2 e virtualmente prima in classifica (nonostante la penalizzazione di due punti), visto che ha una gara in meno rispetto alla capolista Carrè Chiuppano, sempre trascinata da Ricardo Zanella. «Sono molto contento perché stiamo facendo molto bene e per la promozione in serie A ci siamo anche noi». Il Civitella è la matricola terribile, vogliosa di centrare la seconda promozione consecutiva. «La società ha fatto uno sforzo importante e allestito una squadra con tanti giocatori di livello, può capitare quindi anche di non dover giocare». L’esperienza di Coco Schmitt su tutti, fa capire le serie intenzioni di un paese di appena duemila abitanti, in cui la passione per il futsal regna sovrana.

Clicca qui per tabellino e highlights video di B&A Orte-Civitella

La passata stagione, Gabriel Carvalho si è tolto la soddisfazione di centrare la promozione in serie A2, ma si tratta solo di un traguardo parziale: «Vorrei raggiungere la serie A con questa maglia e finalmente giocare nella massima serie». L’Acqua&Sapone è proprietaria del suo cartellino, dopo aver concluso con successo la trattativa con l’Aosta, ed ha preferito girare in prestito ai “cugini” del Civitella, per valorizzare al massimo il ventunenne brasiliano. «Sono molto grato a questa società, in quanto non mi ha fatto mancare niente anche se all’inizio non è stato molto facile anche perché era da solo». Due anni fa il saluto all’Aosta società con cui ha un grande rammarico: «Senza dubbio aver perso quella finale scudetto under 21 contro la Cogianco, però di quell’annata ci resta il trionfo in Coppa Italia». Scontato un pensiero al suo passato più recente: «Ad Aosta mi hanno cresciuto come se fossi un figlio e li porterò sempre nel cuore». Ma adesso la realtà dice Civitella e lo sguardo è anche verso la classifica dei marcatori: «Ci tengo ad aumentare il mio record personale, ad Aosta in due campionati sono arrivato a trenta reti, quest’anno voglio migliorarmi e chissà arrivare anche a venti in una sola stagione». Nel frattempo L’Acqua&Sapone si coccola il suo gioiello e il Civitella si gode il suo magic moment.