Gargantini ha tanti estimatori ma per adesso se lo gode Milano e la Nazionale

Matteo Gargantini (Foto: Facebook Milano calcio a 5)

Il pivot classe 1996 è finito sotto i riflettori dopo la convocazione in Nazionale ma Milano non se ne priverà tanto facilmente

Milano se lo coccola, gli altri lo desiderano e Massimiliano Bellarte lo convoca in Nazionale. Matteo Gargantini è finito sotto i riflettori con l’approdo in azzurro. Se prima sul pivot classe 1996 c’era qualche estimatore, in primis L84, da qualche giorno la lista si è improvvisamente allungata. Tutto normale, soprattutto per un giocatore italiano con il piede caldo, vedi le 21 reti realizzato in serie A2, che potrebbe salire sul palcoscenico della serie A nella prossima stagione. Milano si gode il momento anche perché rispetto alle pretendenti ha una posizione di forza visto che aspetta la destinazione gradita dal giocatore e l’offerta giusta per salutarlo. In caso contrario se lo tiene ben stretto anche se la volontà di Gargantini avrà il suo peso specifico.