Granata, bomber eterno: «Vogliamo riaprire il campionato»

granata pasta
Per Daniele Granata sono 38 i centri sin qui collezionati in campionato

Ancora e sempre capocannoniere della Serie C1, Daniele Granata vuole provare con il suo Pasta a riaprire la lotta per la prima posizione

La carta d’identità dice 1977, ma il suo sinistro continua a far male dalle parte dei portieri: comandare la classifica dei marcatori per Daniele Granata è ormai una consuetudine. Una non notizia per noi giornalisti. Pasta è la sua nuova realtà e domani andrà a far visita alla capolista Fucsia Nizza nella prima giornata di ritorno della Serie C1: «Sarà molto dura, ma faremo la nostra gara senza cercare di ripetere gli errori commessi nella gara d’andata». Cannella e compagni si erano conquistati la prima di una serie di vittorie che hanno permesso di guardare tutti dall’alto alla fine del girone d’andata, ma adesso il Pasta ha una propria identità: «La prima stagionale nasconde un po’ le insidie – afferma Granata – sicuramente adesso siamo più quadrati e affrontiamo questa gara con la speranza di poter riaprire il campionato». Già, perché il calendario dice alla prima Fucsia Nizza e invece alla terza arriverà a Pasta l’Orange Futsal: «In queste prime tre partite si potrà decidere il campionato. Se dovessimo fare risultato pieno in entrambe le gare potremmo rientrare nel discorso della promozione diretta, ma sicuramente conosceremo il nostro futuro e su quali obiettivi poter lottare». La realtà, guardando la classifica, dice che sarà un duello tutto astigiano: «Sicuramente, tutto fa pensare questo. Sono due squadre diverse: nell’Orange prevale più l’organizzazione, mentre nel Fucsia Nizza c’è maggiore esperienza, ma noi dobbiamo guardare in casa nostra e domani non abbiamo nulla da perdere». Si tratterebbe di un’impresa visto che la capolista, sin qui, non ha mai visto il semaforo rosso.