I Cocciuti durano solamente un tempo

cocciuti cus torino
I Cocciuti non reggono il passo e si fanno rimontare nella ripresa

Ai Cocciuti non è sufficiente il vantaggio di due reti per portare a casa un risultato positivo nel Girone B di calcio a cinque: Tazz’e Bicchieri esce alla distanza e ribalta la contesa

Sfata la Cabala il Tazz’e Bicchieri e dedica il successo al proprio coach, assente, i Cocciuti, invece, privi del proprio specialista dell’area (Perotti), non pungono, e vengono scavalcati nella lotta per scampare alla “zona-bronze”. É un match a bassi regimi, con un avvio alquanto confuso, con schemi latitanti. Il Tazz’e Bicchieri è più intraprendente, ma Sommo è attento, mentre i Cocciuti sono titubanti in zona-tiro. Tuttavia, la fuga di Tibaldi sulla destra, crea lo spazio giusto per Riconosciuto, che arriva a rimorchio e segna. I lesnesi non ci stanno e replicano da fuori area, ma un po’ la mira, un po’ i guanti di Sommo, ed i granata restano in vantaggio. Nessuno dei due team pare volersi scoprire, perciò la gara langue, fino a un nuovo guizzo di Tibaldi, con Di Parigi messo fuori tempo dal rimbalzo: 0-2. Le percussioni di Flavio Giacco non sfondano, e Alfonso trova un Sommo efficace nel dirgli di no. Dai e dai, però, i nerogranata si sbloccano, col tap-in di Alfonso che ridà loro vitalità. Manuel Giacco, vede Tibaldi pivotare nell’ultima azione pre-intervallo, e da inizio 2° tempo si piazza davanti all’area avversaria a difendere e smistare palla. La mossa, dopo nemmeno 1′ frutta un corner: incornata di Flavio Giacco ed è 2-2. Il Tazz’e Bicchieri si fa baldanzoso, e su punizione inquieta Sommo, trafitto poco dopo dal diagonale di Flavio Giacco. I Cocciuti faticano a costruire, e Matteo Genuino sciabatta male dal limite, mentre Tibaldi risulta un po’ anonimo sacrificato in difesa. E così Sommo deve compiere qualche miracolo, mentre le ripartenze difettano di concretezza. Perciò è quasi inevitabile che Bizhuta, favorito da alcuni rimpalli, legittimi il risultato a 5’ dal termine. I Cocciuti si vedono ancora su piazzato, e quando Sommo “si sgancia” per un assist di poco lungo per Tibaldi, ma termina così, con un Tazz’e Bicchieri soddisfatto e rinfrancato ed i Cocciuti che non si perdono d’animo, accettando fatalisti il rovescio.

INTERVISTE IMPOSSIBILI
Manuel Giacco (Tazz’e Bicchieri): «Finalmente sfatiamo questo tabù! Vogliamo la “stampa” tutti i mercoledì. Cose da scrivere sono ovviamente: “ci mancano i più forti”… ed una dedica al nostro mister, che non c’era “che è la nostra luce, il nostro faro” (sotto-sotto per fargli intuire il messaggio scaramantico). Sì, lo spostamento del “Maxi Lopez” (riferito a sè stesso, ndr) a far da sponda, ci ha aiutato finalmente a sbloccarci».
Samuel Genuino (Cocciuti): «Ci è mancata concretezza sotto porta, con peraltro proprio l’assenza di chi in quel reparto fa la differenza. Eravamo veramente al pelo con i “convocabili”, ed è andata così purtroppo».

CAMPIONATO CALCIO A 7 – GIRONE B

TAZZ’E BICCHIERI – COCCIUTI 4-2
TAZZ’E BICCHIERI: Di Parigi, Alfonso, Leone, Rossi D., Giacco M., Giacco F., Bizhuta, Albesano.
COCCIUTI: Sommo, Pasino, Riconosciuto, Naviglio, Tibaldi, Genuino S., Genuino M..
MARCATORI: 7′ Riconosciuto (c), 14’50” Tibaldi (c), 22’10” Alfonso (t); 25’59”, 28’35” Giacco F. (t), 45′ Bizhuta (t).
MIGLIORI IN CAMPO: Alfonso e Tibaldi

Tazz’e Bicchieri