Il Kazma di Lino Gomes si esalta con Vampeta

vampeta kazma lino gomes
Lino Gomes, Vinicius, Vampeta e Sartori a festeggiare l'ultimo successo in Supercoppa del Kuwait

L’ex astigiano Vampeta tra i protagonisti dei trionfi del Kazma, che sotto la guida di Lino Gomes continua a dominare in Kuwait

Continua il momento magico del Kazma di Lino Gomes. Dopo aver alzato al cielo l’ennesimo trofeo come la Supercoppa, i ragazzi dell’ex allenatore del Carmagnola si stanno confermando anche in campionato. L’ultima vittima assume le sembianze del Al Qadsia, non una compagine qualunque, ma una delle dirette concorrenti alla vetta insieme al Al Yarmouk ed Al Kuwait, che per adesso vede Vampeta e compagni guardare tutti dall’alto verso il basso: «Sono molto soddisfatto – afferma Gomes – perché stiamo continuando con successo un percorso iniziato la passata stagione». E’ stato un mercato chirurgico quello del Kazma con inserimenti mirati ma di grande qualità. In primis Al Wadi, prelevato dagli storici nemici del Al Kuwait e sconfitti proprio nella conquista della Supercoppa. Senza poi dimenticare Saleh Haider che dopo aver risolto i problemi al ginocchio, sta trovando un’importante qualità di rendimento. La truppa carioca, nel frattempo, si arricchisce anche della presenza di Tadeu Sartori nelle vesti di allenatore delle rappresentative giovanili:«C’è grande sinergia tra noi due – prosegue Lino Gomes – siamo sempre alla ricerca di giovani di prospettiva». Con l’aggiunta di Vampeta e Vinicius Ricardo alias Sasha, il Kazma è diventata una piccola succursale carioca: «Sono state due figure fondamentali per questa mia nuova esperienza, soprattutto quando sono arrivato in Kuwait, un paese e una cultura totalmente diversa da quella italiana. Loro hanno fatto in modo che superassi più facilmente il periodo di ambientamento». L’ex Asti è oramai un punto di riferimento importante nel Kazma, abile a fungere da prezioso collaboratore sul parquet per i compagni ma anche di trasformarsi in cannibale quando in palio c’è un trofeo.