Il rapper Ugherani: “Alla Came mi hanno accolto come un fratellino”

ugherani came
Gabriele Ugheranin maglia Came Dosson (foto Facebook Came C5)

Gabriele Ugherani è uno dei più talentuosi prospetti del futsal italiano: il romano della Came Dosson è stato protagonista della diretta Instagram della Divisione calcio a cinque

Determinazione dentro e fuori dal campo non fanno certamente difetto a Gabriele Ugherani. Una carriera in rampa di lancio nel futsal, ma con un talento da rapper che promette scintille, il classe ’94 è la dimostrazione di quanta qualità sommersa esista nel calcio a cinque italiano: “Senza dubbio ci saranno tanti ragazzi come me da “scoprire” ed è importante che il movimento cresca in tutti i sensi. Io comunque sono molto ambizioso, non mi sento arrivato ai massimi livelli. Merlim è uno di quelli che può dire di essere al top, è un marziano tatticamente e tecnicamente, quando fa la sua giocata poi è immarcabile. Accarezzare la Nazionale è stato bellissimo, ma il mio obiettivo è continuare a migliorare e realizzare il mio sogno più grande, ovvero giocare in Spagna. Ho fatto tutta la trafila, dalla Serie C1 alla Nazionale e adesso non voglio fermarmi. Mister Musti lo ringrazio per la grande opportunità e per la fiducia che ha riposto in me: ricordo la scarica di adrenalina che sentivo in corpo quando mi fece entrare con l’Argentina. Ma io voglio essere più incisivo e determinante anche in Azzurro“.

Pensiero positivo e tanta voglia di migliorare se stesso nella svolta della vita di Yughez Ugherani, ovvero il passaggio alla Came Dosson: “Volevo staccarmi da Roma per mettermi in gioco calcisticamente ma anche umanamente. Sto imparando a cucinare, memorabile la mia torta per il compleanno di Pablo Belsito, sto addirittura quasi perdendo la mia proverbiale scaramanzia. Qui alla Came ho trovato un gruppo fantastico, mi hanno accolto come un fratellino minore: dopo il primo mese di difficoltà e risultati negativi, la squadra ha iniziato a marciare con il lavoro di mister Rocha che ha dato i suoi frutti. Un peccato aver interrotto così la stagione”.