Il (Real) Panettone è di stagione anche a Carnevale

real panettone cus torino
I ragazzi del Real Panettone, realtà storica dei campionati Cus Torino

La tripletta di uno scatenato Mongiardino sospinge il Real Panettone al prezioso successo sul Partizan Degrado nel campionato di calcio a cinque

Natale alle spalle e Carnevale nel mirino eppure il (Real) Panettone non sembra destinato ad essere messo da parte: per lo meno nel girone. Anche se a partire forte sono gli orange del Partizan Degrado che subito si dimostrano pericolosi con Madonia che fa venire i brividi da calcio piazzato senza però riuscire a concretizzare. Entrambe le squadre non rinunciano a giocare la sfera scegliendo la strada delle azioni corali e del dinamismo dei componenti eppure il secondo brivido arriva sempre da un piazzato, questa volta di seconda che Avataneo vede infrangersi sulla barriera mentre sul ribaltamento opposto è necessaria la coraggiosa uscita di Tornatore a neutralizzare il contropiede di Salis. Il numero 7 bianco-rosso è sicuramente uno dei più attivi e poco dopo semina il panico con una serie di cambi di passo che non trovano gloria nel diagonale che lambisce il palo prima di spegnersi sul fondo; palo che, invece, viene colpito in pieno da Mongiardino su punizione. I tempi sono maturi per sbloccare l’equilibrio e Avataneo, lasciato solo, sugli sviluppi di un corner si fa trovare pronto per l’appuntamento con il tabellino. Gli avversari provano subito a reagire ma Gallina si fa respingere il tentativo sulla linea e Abbà, a porta sguarnita, arretra troppo il baricentro e spedisce oltre la traversa. Il Partizan Degrado prova a colpire in contropiede ma non riesce a far male a Gallerati mentre, sul fronte opposto, Salis trova il pareggio ma a gioco fermo per un fallo da lui stesso subito. Poco male perché la punizione di Mongiardino tocca ancora il palo ma poi si insacca per il pareggio. Passano pochi minuti e arriva il sorpasso: è ancora Mongiardino a vestire i panni da goleador facendo secco Tornatore in uscita. La gara rimane viva e con il parziale in constante bilico tanto che prima della pausa il Partizan ha la possibilità di riportare tutto in equilibrio con una bella azione dove però Avataneo consegna, di fatto, la sfera all’estremo difensore.
L’inizio della ripresa è a favore del Real Panettone che si riversa nella metà campo avversaria e dopo poche battute allarga la forbice del parziale con Abbà che di punta inchioda sulla linea Tornatore. Il Partizan Degrado sembra meno pimpante e quindi più confusionario in mezzo al campo e gli avversari ne approfittano: Mongiardino batte a sorpresa una punizione e arriva la tripletta con l’obbligo di portarsi il pallone a casa (ma, come suggeriscono dalla panchina, anche di riportarlo fra qualche giorno) mentre il pokerissimo arriva con Salis che semina il panico con un coast to coast che ha l’esito sperato. La reazione dei ragazzi in arancio arriva con Madonia che sfrutta una deviazione avversaria rinvigorendo i suoi che, poco dopo, possono riaprire la gara con una bella azione innescata proprio da Madonia che lancia Avataneo, il quale apparecchia per Magliocco ma il capitano arriva troppo stanco. A far spegnere sogni e speranze degli arancioni è sempre Salis che all’alba degli ultimi cinque minuti trova la strada per la doppietta ma nel finale gli spazi si aprono e Calabrese con una botta da lontano induce all’errore Gallerati. Ma è l’ultimo sussulto del Partizan che nell’azione successiva tira un sospiro di sollievo quando la parabola di Gallina si infrange all’incrocio dei pali e Bianco chiude la gara con una frustata che costringe al restauro della traversa.

CAMPIONATO CALCIO A 5 – GIRONE A

PARTIZAN DEGRADO – REAL PANETTONE 3-6
MARCATORI: pt 8’49” Avataneo, 15’30”,17’18” Mongiardino; st 2’25” Abbà, 7’01” Mongiardino, 15’15”,19’49” Salis, 16’12” Madonia, 21’15” Calabrese.
PARTIZAN DEGRADO: Tornatore, Calabrese, Magliocco, Madonia, Dellacasa, Iermito, Avataneo
REAL PANETTONE: Gallerati, Abbà, Bianco, Durando, Gallina, Ghisotti, Mongiardino, Salis.
MIGLIORI IN CAMPO: Tornatore – Mongiardino.

Partizan Degrado