Connettiti con noi

Dal Mondo

Joao Miguel, da Bovalino fino alla Spagna: è l’oggetto del desiderio di mezza Europa

Pubblicato

su

L’ex Bovalino dopo aver vinto la classifica marcatori della Liga Placard con 32 reti, ha annunciato il suo addio al Candoso per giocare in Spagna

Era il 7 Luglio 2018. Sulle sue pagine ufficiali, il Bovalino, squadra calabrese di serie C, annunciava l’arrivo di un pivot portoghese, Joao Miguel. Per lui parlavano i numeri sul curriculum: 90 reti in 45 partite, la stagione precedente, con la maglia del Fafe, squadra della Segunda Divisao. Il bomber lusitano si rende subito protagonista, con 10 reti nelle prime quattro giornate, che servono alla squadra allenata da Giovanni Venanzi a volare in testa alla classifica. Ma dopo un inizio di stagione scoppiettante, a dicembre c’è il ritorno in Portogallo per motivi lavorativi.

Il Bovalino annuncia l’arrivo dell’esperto Zè Renato e il divorzio con Joao Miguel. A distanza di tre anni ora, Joao Miguel ha deciso di fare della sua passione, il suo unico lavoro. Con 32 reti, l’ex Bovalino, si è laureato re dei bomber nella massima serie portoghese, davanti a mostri sacri del calibro di Cavinato e Cardinal. Numeri che hanno acceso l’interesse di molti club europei, anche italiani. Ma proprio nelle ultime ore lo stesso giocatore ha annunciato l’addio al Candoso e il suo sbarco nel miglior campionato del vecchio continente, la Primera Division di Spagna.