L84 esce indenne dalla tana dell’Atletico Nervesa

Edu Dias (Foto: Bobone Photography)

Nel big-match di Montebelluna, L84 firma il primo pareggio stagionale: dal dischetto Edu Dias riprende l’Atletico Nervesa

Non è stato un caso se Rodrigo De Lima alla vigilia di questa stagione aveva dichiarato nell’Atletico Nervesa una delle possibili pretendenti alla promozione. Nel girone A di serie A2 I veneti hanno risposto presente all’esame contro L84 (2-2) soprattutto dopo il semaforo rosso di Massa. Fisicità e grande esperienza sono il biglietto di presentazione del roster di Brusaferri, capaci di interrompere la corsa della L84 visto il percorso netto fatto fin qui fatto da Iovino e compagni. A Montebelluna partono bene i piemontesi soprattutto quando Cerbone si mette in proprio e rompe l’equilibrio. L’Atletico Nervesa porta sul parquet tutta l’esperienza per creare problemi ai neroverdi e ingigantire ogni piccola sbavatura. Così De Crescenzo ha l’intuito di lanciare dalla sua area Bellomo che di testa regala il primo dispiacere ai piemontesi: 1-1. L84 gioca di fioretto, i veneti di sciabola come Imanovic che firma il sorpasso emulando il sigillo di Cerbone. Sotto per 2-1 a campi invertiti L84 ritrova il pareggio dal dischetto dopo che Turello viene fermato da tergo da De Crescenzo: Edu Dias non fallisce. Il 2-2 finale è l’esatta fotografia di una gara che vedrà Atletico Nervesa e L84 protagoniste fino in fondo.