L84, ma dove vuoi arrivare? Milano è annichilita

Cesar Turello e Lucas Siqueira tra i protagonisti del successo sul Milano (foto: Facebook L84 - Bobone Photography)

Prestazione da incorniciare per De Lima e compagni, capaci di mettere in un angolo la capolista: doppiette per Ghouati e Lucas

Ancora un successo, il quarto di fila. Ma questa volta a cadere nel fortino del PalaAlbano di Brandizzo è toccato alla capolista. L84, stordisce Milano (9-1) e si rilancia ancor di più in classifica, annusando la vetta a sole tre lunghezze. Prestazione importante quella di De Lima e compagni capaci di non far entrare mai in partita i ragazzi di Sau. Prima frazione da incorniciare per i piemontesi, capaci di andare all’intervallo con un 6-1 che rispecchia fedelmente quanto visto in campo. Sei reti con sei marcatori diversi (Cerbone, Turello, Marchiori, De Lima, Iovino e Lucas), dimostrazione che i neroverdi hanno nel gruppo il loro punto di forza. Pressione sul portatore di palla da categoria superiore e ritmi altissimi sono il binomio vincente di una squadra capace di assorbire nel migliore dei modi l’impatto mediatico dell’arrivo in società di Claudio Marchisio, questa volta non presente sulle tribune del palasport. Al cambio di campo c’è spazio sul tabellino anche per Ibra Ghouati capace di firmare la prima doppietta in neroverde, così come per Lucas autore di un’altra prestazione convincente. Le uniche note negative sono l’espulsione di Murilo a gara già ampiamente chiusa e al nuovo grave infortunio del classe 2000 Riccardo Di Santo.