La L84 da principessa a reginetta Under 21

l84 festa under21
foto Facebook L84

Superata la concorrenza delle corazzate Orange Asti e Aosta, la L84 vince la stagione regolare in Under 21

La prima volta non si scorda mai e non potrebbe essere diversamente. Un traguardo importante quello raggiunto dall’Under 21 della L84, capace di rompere l’egemonia del binomio Asti-Aosta con un campionato semplicemente perfetto. A livello regionale, i ragazzi di Peppe Iovino hanno tagliato il traguardo per primi, ritagliandosi uno spazio importante nella storia della società di Volpiano. «I meriti vanno divisi equamente con tutti coloro che hanno dedicato il loro tempo a questa causa». Iovino si gode il  magic moment: «Rodrigo De Lima è stato basilare affinché si raggiungesse questo obiettivo ambito. Molti giocatori sono in pianta stabile in prima squadra e questo ha facilitato la loro prospettiva di crescita. Nello stesso tempo sono stati abili a far crescere i propri compagni e ad inserirsi in un gruppo che non ha nulla da invidiare a nessuno». Eppure la stagione non era iniziata sotto la migliore luce: «E’ vero anche perché bisognava ricostruire lo spogliatoio. L’amichevole contro il Carmagnola ha dimostrato tutto questo, ma dopo quella prima usciti siamo stati bravi a crescere, fino ad arrivare alla sconfitta ad Aosta in Coppa Italia in cui abbiamo veramente capito di poter raggiungere grandi traguardi». Archiviato il regionale, da adesso si apriranno le porte del nazionale: «E’ sinceramente – prosegue Iovino – un campionato a parte. Dobbiamo essere capaci di arrivare ad incontrare corazzate come il Pescara o il Kaos, che reputo le principali favorite per la conquista del tricolore».