La prima volta del Time Warp, Anrico promette battaglia

rosito anrico

Il Time Warp è pronto a dare battaglia, il presidente Yoram Anrico suona già la carica: «Non regaleremo nulla, per la promozione diretta vedo davanti a tutte la L84»

Yoram Anrico, presidente della neopromossa in serie B Time Warp Cavallermaggiore, tira un sospiro di sollievo dopo la composizione dei gironi: «E’ andata bene, di sicuro non mi posso lamentare. Abbiamo trasferte abbastanza abbordabili sotto l’aspetto del chilometraggio, anche perché sono dei costi fissi che per una società come la nostra sono sempre duri da sostenere». Una società neofita della categoria che si affaccia con tanta curiosità nella categoria nazionale, ma con operazioni in entrata minimal, quali Massimo Bassano e Marco Biraghi: «Non abbiamo operato sul mercato perché era giusto dare a tutti la possibilità di misurarsi con la B – prosegue il presidente – è un riconoscimento che devo a tutti coloro che ci hanno permesso di vincere la C1. Abbiamo dei giocatori di esperienza come per esempio Cucinotta, ma nessuno ha assaggiato la categoria di recente, per tale motivo abbiamo deciso di puntare molto sulla preparazione fisica per dare fastidio a chiunque incontreremo, soprattutto in casa». A Cavallermaggiore c’è tanto entusiasmo, anche se non si perde mai di vista la realtà: «La salvezza è il nostro obiettivo principale e sono sicuro che questo gruppo mi darà comunque delle soddisfazioni». Le big del girone invece viaggeranno su altri ritmi: «Beh io vedo bene la L84 perché sta continuando a costruire qualcosa di veramente importante, mentre metto appena sotto il Città di Asti solo perché ha cambiato guida tecnica e non è mai facile partire subito forte quando ci sono da assimilare nuove metodologie di lavoro. Ma senza dimenticare la dimensione di un Lecco che ha operato da protagonista sul mercato in entrata». Errato affermare che  Anrico non abbia sogni nel cassetto: «Mi piacerebbe che alcuni giocatori sconosciuti dalla maggior parte degli addetti ai lavori, riescano ad emergere e mettersi in mostra». Il Time Warp è pronto a togliersi qualche sfizio e ritagliarsi il ruolo classico e ambito di matricola terribile.