Lari si presenta al Carrè: “Sogno la Nazionale”

lari carrè chiuppano
Filippo Lari, volto nuovo del Carrè Chiuppano

Uno dei volti nuovi del Carrè Chiuppano sarà nella prossima stagione Filippo Lari che così si presenta ai tifosi del club veneto

Numero 32, in onore di Bobo Vieri, per far subito intendere una delle fonti d’ispirazione di Filippo Lari, nuovo pivot del Carrè Chiuppano. L’ex giocatore del Città di Massa si presenta ai canali social del club vicentino: “Dopo aver iniziato da ragazzino nel calcio a 11, nel 2015 sono passato al Rimini c5 e, vista l’età, mi dividevo spesso tra la formazione under e la prima squadra. Praticamente non saltavo mai una partita e di qui il soprannome che mi diede il mister e che ancora mi porto dietro, “stakanovista”. Amo mettermi a disposizione e giocare dove il mister ritiene opportuno per gli equilibri di squadra. Certo, se proprio devo scegliere ti dico pivot, in quel ruolo mi trovo a meraviglia. Tra i giocatori che apprezzo di più c’è sicuramente Pedrinho che mi è sempre piaciuto moltissimo, credo che al suo fianco potrò crescere ulteriormente. Se però devo fare un altro nome dico Mauro Castagna, con cui ho giocato e dal quale ho avuto modo di apprendere tanto, a livello tecnico ed umano. Con lui mi sento ancora adesso. Mi piace in maniera particolare anche Leo Senna, ma in generale tutto il roster del Carrè Chiuppano è di sicuro valore. Il sogno nel cassetto? Credo un po’quello di tutti i ragazzi che iniziano a giocare a pallone, debuttare un giorno in Nazionale. Penso a quanto sarebbero orgogliosi i miei genitori, che mi seguono dappertutto e che sono i miei primi tifosi”. Fondamentale per l’approdo di Lari in maglia vicentina è stato il nuovo ds Angeli: “Mirko è una persona fantastica ed un ottimo direttore sportivo. Nelle esperienze che abbiamo condiviso, mi ha sempre sostenuto ed aiutato. Insieme a lui vorrei citare anche mister Vanni Pedrini, che nella stagione in serie A è stato come un padre per me, ed è anche grazie a lui se sono qui”.