Lascateam, lo spirito di sacrificio non basta per il miracolo

Solo applausi per la generosità mostrata dal Lascateam, capace di tenere testa a lungo alla corazzata Yellow Submarine

In un testa coda l’esito finale, il più delle volte, appare scontato già prima del calcio d’inizio. Anche tra Yellow Submarine, primi della classe, e il coraggioso Lascateam l’esito finale non racconta particolari sorprese ma non deve far ingannare perché i ragazzotti in arancione sono stati un osso davvero duro per il submarino amarillo. Bellamina e compagni con personalità, coraggio e spirito di sacrificio hanno tenuto testa alla corazzata gialla per gran parte della gara cedendo qualcosina, in maniera fatale, solo ad inizio ripresa. La gara per il primo minuto prevede uno squilibrio numerico in campo per tra i gialli, già in emergenza, si aspetta Consoli che arriva a gara già iniziata con gli avversari che, con uno spirito cavalleresco, evitano di provare ad affondare fin quando la parità numerica non viene ristabilita. Arrivato il numero 10 giallo, dopo poco, arriva anche la prima rete che porta la firma di Roseo con una bordata da lontano sulla quale Avagnina non è impeccabile. L’inizio d’oro per gli orange continua perché prima del quinto minuto è Greco a graffiare gli avversari che sono costretti ad alzare i ritmi fin da subito. Zou prova da lontano ma Martino, rischiando la decapitazione, riesce ad opporsi in qualche modo mettendo in angolo sui cui sviluppi un liberissimo Consoli non sbaglia. Il Lascateam non ha nessuna intenzione di farsi intimorire dal ritorno degli avversari e continua la sua gara di enorme generosità che mette in difficoltà gli avversari incapaci di concretizzare il maggior tasso tecnico ed atletico. Bellamina, terminale offensivo degli orange fondamentale a dare verticalità, strappa applausi con una girata sensazionale che di poco finisce sul fondo ma è solo il preludio al gol; Consoli e Zou provano a rimontare ma prima dell’intervallo è il solito Bellamina a riportare avanti i suoi. La pausa, forse, arriva nel momento peggiore per il Lascateam che di certo può respirare (fondamentale) ma allo stesso tempo perde l’inerzia e la solidità in campo. A campi invertiti, complice anche il turno di riposo per Spinello autentico pilastro difensivo, nei primi cinque minuti il sottomarino ritorna a macinare gioco e a far valere la qualità e la freschezza tecnica ribaltando la gara con una doppietta di Consoli, che nel secondo gol concretizza un’azione spettacolare, e il solito Zou. Il Lascateam, nel suo spirito combattivo, prova a reagire ma rischia di prendere una seria imbarcata a causa della poca lucidità sotto-porta e dei contropiedi subiti di Zou e Molisina che invece trovano spazio sul tabellino. Nonostante ciò i coriacei orange non si sciolgono completamente e Bellamina, con una doppietta in rapida successione, dà un segnale di vita ma ormai l’inerzia della gara è a favore della truppa di capitan Ruggiero ed è proprio lui a mettere il timbro finale alla girandola di reti sancendo la tredicesima vittoria, su altrettante gare, del submarino amarillo che può continuare tranquillamente la sua navigazione.

CAMPIONATO CALCIO A CINQUE – GIRONE C

LASCATEAM – YELLOW SUBMARINE 8-12

MARCATORI: pt 2’42” Roseo, 4’55” Greco, 9’11”,19’02” Consoli, 23’20” Zou, 15’10”,24’22” Bellamina; st 1’20”,2’57” Consoli, 3’32”,7’59”,16’15” Zou, 10’57”,19’07”,21’55” Molisina, 12’30”,14’48” Bellamina, 20’05” Roseo, 23’50” Spinello, 24’58” Ruggiero.

LASCATEAM: Martino, Spinello, Roseo, Marasso, Greco, Bellamina.

YELLOW SUBMARINE: Avagnina, Zou, Consoli, Molisina, Ruggiero.

MIGLIORI IN CAMPO: Bellamina – Consoli

Yellow Submarine