Lnd, possono realmente riprendere i campionati regionali di serie C1?

La Lnd ha dato il via libera alla ripresa dei campionati di serie C1 maschile e C femminile, ma il malumore tra le società regna sovrano

Doveva essere una bella notizia e invece ha avuto l’effetto contrario. Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti ha dato parere favorevole alla ripresa dei campionati regionali di vertice.

LEGGI ANCHE – LND, CALCIO A 5: VIA LIBERA ALLA RIPRESA DI SERIE C1 E C FEMMINILE

Per il calcio a 5 le categorie interessate sono la serie C1 maschile e la serie C femminile, ovvero quelle con uno sbocco sul nazionale. Le società però non l’hanno presa bene. Per usare un eufemismo. In primis perché ci sono perplessità inerenti alla gestione della crisi legata all’epidemia di covid, vedi i costi da sostenere per tutti gli esami previsti dal protocollo sanitario. Per tale motivo la Lnd ha richiesto “…un contributo straordinario da parte della FIGC per garantire l’effettuazione dei tamponi e della sanificazione degli ambienti con esonero, o comunque, con una forte riduzione delle spese a carico delle società”: questo avverrà?

LEGGI ANCHE – LND, CALCIO A 5: RIPRESA OK MA IN SERIE C1 CI SARA’ IL BLOCCO DELLE RETROCESSIONI

Sicuramente non è di seconda importanza il punto riguardante al blocco delle retrocessioni per tutte quelle società che dovessero rinunciare alla prosecuzione dell’attività per difficoltà economiche. Per tale motivo, il sostantivo “regolarità” viene a mancare nella stagione in corso. Troppi dubbi, troppi interrogativi. Eppure dal Comitato Regionale della Lombardia arrivano parole di trionfo da parte del presidente Carlo Tavecchio. Ma siamo così sicuri che le società di calcio a 5 scalpitano per ritornare a calcare il parquet?

LEGGI ANCHE – CR LOMBARDIA, TAVECCHIO: “LA RIPRESA DEI CAMPIONATI? SOPRATTUTTO MERITO NOSTRO”