Magno, un DS in ascesa: “Orgoglioso di entrare ufficialmente nel Lecco”

magno lecco
(foto ufficio stampa Lecco)

Il Lecco ha un nuovo Direttore Sportivo: il giovanissimo Eduardo Magno assume il prestigioso ruolo all’interno del club bluceleste

Svolta in casa Lecco con la nomina di Eduardo Magno a nuovo Direttore Sportivo. Il giovane classe ’93 ha però già parecchi anni di esperienza nel mondo del futsal tra la sua Marcianise, il Lausdomini e il trasferimento in Lombardia laddove ha subito riscosso successo con la Futsei Milano. Ora, la grande occasione in bluceleste con tutta l’emozione del caso nelle prime parole all’ufficio stampa lecchese: «Non posso che essere orgoglioso di entrare ufficialmente nel Lecco Calcio a 5, una società molto importante con cui ho già avuto modo di collaborare nella scorsa stagione come consulente esterno. Un grazie quindi alla proprietà, che inoltre, nonostante le problematiche legate al Covid-19, ci sta dando la possibilità di costruire una prima squadra competitiva e addirittura di allestire, partendo dal progetto GenerazioneBluceleste, un settore giovanile di cui sarò il responsabile curando anche il rapporto con le istituzioni comunali e scolastiche del territorio, che ambisce a diventare un punto di riferimento a livello regionale prima e con gli anni anche nazionale».
 Lecco che, al via del prossimo campionato nazionale di Serie B, sta seguendo una linea ben precisa nella costituzione della rosa da mettere a disposizione del nuovo allenatore Pablo Parrilla: «Innanzitutto siamo contenti di aver confermato la spina dorsale della squadra, compresi capitan Iacobuzio, Scarpetta e Di Tomaso. Ci stiamo muovendo su profili giovani di grande prospettiva che seguiamo già da diversi mesi. In tal senso stiamo per concludere le trattative con due laterali offensivi, uno italiano e uno no, che verranno ufficializzate a breve, senza dimenticare l’arrivo dell’argentino Facundo Martinez. Non ci poniamo obiettivi specifici, vogliamo essere la mina vagante con la giusta presunzione di potercela giocare con tutti, questo grazie anche all’arrivo di un allenatore preparato come Parrilla che riteniamo tra i migliori dieci del panorama italiano».