Maluko trova pace, l’astigiano di passaggio firma con il Teplice

maluko teplice
Maluko in posa con la nuova casacca del Teplice (foto www.svarogfc.cz)

Dopo il mancato trasferimento in maglia Città di Asti, il pivot brasiliano Maluko trova nuova destinazione in Repubblica Ceca

Da Asti a Teplice, dall’Italia alla Repubblica Ceca, nel giro di pochi mesi: Maluko ha trovato finalmente la sua destinazione fino al termine di questa stagione. Annunciato alla fine di ottobre come il colpo di mercato del presidente Furlanetto, l’ex Latina e Rieti non ha mai potuto calcare il Pala Errebi Sanquirico con la maglia del Città di Asti. La burocrazia della Divisione Calcio a Cinque, che regola il tesseramento di un giocatore extracomunitario ha avuto la meglio, tanto da dover far ritornare dopo circa un mese il pivot carioca in terra brasiliana. Ufficialmente si stava cercando di sistemare i documenti al fine di riportarlo finalmente ad Asti per metterlo a disposizione di Gianfranco Lotta e non solo per le foto di rito con la maglia da gioco, ufficiosamente si stava cercando un’alternativa. Così il presidente Furlanetto ha fatto un ulteriore sforzo con l’arrivo di Rodolfo Fortino, cancellando di fatto le tracce che portavano a Maluko. Quest’ultimo però ha trovato nella città di Teplice la sua nuova residenza. Rinomata per i suoi stabilimenti balneari, vanta anche una squadra di futsal nella massima serie. Così il matrimonio con lo Svarog Futsal Club è ufficiale, con tanto di foto e relative prime dichiarazioni. Ma questa volta sarà protagonista anche sul parquet.