Megara Augusta esonerato Trotolo: coach Chillemi il suo erede

Giorgio Trotolo (Foto: Facebook Augusta Calcio a 5)

Con un comunicato ufficiale il Megara Augusta ha sollevato dall’incarico Giorgio Trotolo: la prima squadra è stata affidata a Chillemi

Il Megara Augusta volta pagina. Dopo la sconfitta contro il Mascalucia nel girone H di serie B il patron Rosario Acquaviva ha deciso di sollevare dall’incarico di allenatore della prima squadra Giorgio Trotolo. La prima squadra è stata affidata a mister Chillemi con l’obiettivo di consolidare la zona playoff. Di seguito il comunicato della società neroverde:

“La notizia è stata ufficializzata in queste ore dalla Società nero-verde presieduta da Rosario Acquaviva, che, dopo la riunione tenuta in sede con i massimi dirigenti megaresi, ha deciso per un cambio di passo, un segnale forte di cambiamento, per consolidare e raggiungere con certezza i playoff. Tante sono state le circostanze che si sono avvicendate in questo ultimo mese di campionato: risultati troppo scontati, ma dall’esito finale rocambolesco, come il pareggio con l’Agriplus e l’ultima sconfitta casalinga contro il Mascalucia (che lotta ancora per non rimanere invischiata nei playout); trame di gioco incomprensibili da parte dei giocatori; tanti errori, e pochissime finalizzazioni hanno determinato questo stato di cose.
La Società ringrazia mister Giorgio Trotolo per l’impegno e la professionalità messa in campo in questi mesi, per avere saputo portare la squadra sempre e comunque ai piani alti della classifica, e augura le migliori fortune calcistiche. Adesso l’unico imperativo della Società per questo scorcio di campionato rimasto, sono i playoff: si comincia proprio da sabato nello scontro diretto al Palajonio con l’antagonista Lamezia. Dopo di che, si saprà di che pasta è fatta la squadra.
Il commento di mister Trotolo: “Ringrazio la dirigenza della società, gli addetti ai lavori e tutti i giocatori per essermi stati vicini anche nei momenti di difficoltà personale e per avermi concesso la possibilità di sedermi su una panchina, dove sono passati degli allenatori che hanno fatto la storia del futsal nero-verde e che hanno portato in alto il nome di Augusta in tutta l’Italia. – ha concluso – Spero che questo sia solo un arrivederci e non un addio e mi auguro che la squadra raggiunga gli obiettivi prefissati a inizio stagione e la categoria che questa città e questa squadra meritano. Forza Augusta”.