Murilo Rodrigues già cardine della L84: «Possiamo raggiungere i nostri obiettivi»

Un’ottima prestazione non è bastata alla L84 per proseguire l’avventura in Coppa della Divisione, ma Murilo Rodrigues e compagni possono guardare con fiducia al futuro

La L84 ha salutato la Coppa Divisione sabato pomeriggio al termine della sfida contro la Came Dosson che, da Sylvio Rocha al presidente Zanetti, ha comunque espresso le proprie congratulazioni alla società volpianese. Al termine della sfida valevole per gli ottavi di finale, infatti, il risultato è stato di 7-3 per gli ospiti, uno score ben più ampio di quanto in realtà la partita abbia detto e che può ingannare chi la gara non l’ha vista. I verdeneri hanno giocato una partita di tutto rispetto contro un avversario di livello indubbiamente superiore, hanno tenuto botta fino al secondo tempo, quando più o meno a metà della ripresa, come anche sottolineato da Murilo Rodrigues ai nostri microfoni, la Came Dosson ha allungato sfruttando i coraggiosi tentativi offensivi dei ragazzi di De Lima. Archiviata la bella avventura in Coppa della Divisione, alla L84 non resta che rituffarsi nel campionato, con la consapevolezza di essere una formazione che, al primo anno di Serie A2, è riuscita a mettere alle strette, e per larghi tratti della partita, anche una formazione di categoria superiore. Per la società del presidente Lorenzo Bonaria, la partita di sabato è da considerare un altro step nel percorso di crescita che la vede già protagonista di un campionato sin qui certamente positivo.

Andrea Flora