MyGlass già in condizione, ma l’Isola non sfigura

giuliano myglass allenatore
Il player-manager carmagnolese Francesco Giuliano

La MyGlass Elledì Carmagnola supera di misura l’Avis Isola: Francesco Giuliano e Sergio Tabbia hanno ricevuto le risposte che stavano cercando

Seconda amichevole ufficiale per la MyGlass Elledì Carmagnola e secondo successo di fila. Dopo aver battuto il Real Canavese (4-2), i ragazzi di Francesco Giuliano si sono imposti 4-3 su un’altra compagine che sarà protagonista nella prossima serie C1, ovvero l’Avis Isola di Sergio Tabbia. «Sono contento – afferma Giuliano – perché siamo in perfetta tabella di marcia con la nostra preparazione. E’ impossibile essere al massimo della condizione a metà settembre, ma ho già delle sensazioni positive e se avremo la mentalità giusta potremo fare bene. Sicuramente al Carmasport sarà difficile per tutti. Chi volesse uscire indenne da queste mura, dovrà sicuramente fare una grande prestazione perché noi non molleremo mai». Sorride anche Sergio Tabbia, perché anche se ha raccolto due sconfitte con Rhibo Fossano e Carmagnola, la sua Avis Isola dimostra di non sfigurare affatto con compagini che saranno ai nastri di partenza di un campionato nazionale come la serie B. «Stiamo crescendo pian piano – afferma l’ex allenatore dell’Asti – dobbiamo ancora colmare alcune lacune ma siamo sulla strada giusta e, da neopromossa in C1, ci potremo togliere qualche soddisfazione». L’arrivo di un top player per la serie C1 come Gioele Cannella sta portando i benefici desiderati: «Questo è vero – prosegue Tabbia – ma non dobbiamo mai perdere di vista la nostra realtà. Questa è una società che non si può permettere di fare proclami. Gioele è arrivato grazie a una serie di sue esigenze lavorative che gli potevano permettere di disputare solo un campionato regionale».