Nando Grana: che fine ha fatto l’ex capitano azzurro?

Nando Grana, il primo da sinistra, con il suo staff

Nando Grana, ex capitano azzurro e autore di pagine indimenticabili del futsal italiano è tornato in Brasile: ecco le sue nuove attività

Nando Grana ha scritto pagine indelebili nel futsal italiano. Sia con le maglie di club (BNL Roma, Luparense, Arzignano, Marca e Cogianco), ma anche con la Nazionale italiana con cui è stato capitano per sei anni, campione d’Europa nel 2003 e vice campione del mondo nel 2004. Adesso vive in Brasile, nella sua San Paolo dove ha fondato il Centro de Treinamento Nando Grana”: “Da sei anni ho aperto questa scuola futsal. Lavoro con i bambini dai 5 ai 16 anni. Da qui sono usciti i ragazzi che adesso giocano nella Liga Paulista”.

Non solo futsal ma l’ex capitano azzurro ha ampliato i suoi orizzonti per la crescita degli atleti: “Recentemente ho aperto una scuola di calcio a 8 così da poter facilitare il passaggio verso il calcio. Per tale motivo una volta a settimana uniamo i ragazzi del futsal e quelli del calcio a 8 con una seduta di allenamento di calcio. Adesso i ragazzi praticano futsal fino ai 14 anni e poi si tuffano nel mondo del calcio ma devono partire quasi da zero perché il futsal è una disciplina completamente diversa, a partire dal pallone e dal rimbalzo. Iniziando prima questo processo di adattamento li aiutiamo ad entrare con maggior facilità nel mondo del calcio”.

Le novità non finiscono qui perché Nando Grana ha da poco firmato un contratto come commentatore sportivo con la web tv Indaiatuba. Anche fuori dal parquet il successo non manca di certo.