Nucleo Gabriel Lima, un nuovo progetto per il futsal giovanile

Primi passi per il Nucleo Gabriel Lima, iniziativa rivolta alla formazione dei giovani sviluppata e promossa dal capitano della Nazionale

Un nuovo progetto formativo per la crescita e lo sviluppo dei settori giovanili: è la sostanza del Nucleo Gabriel Lima, iniziativa promossa dal capitano della Nazionale Italiana che ha vissuto ieri i suoi primi passi ufficiali. Teatro dell’evento è stato l’oratorio torinese Don Bosco Agnelli, prima società ad aderire al progetto. Gran cerimoniere è stato proprio Gabriel Lima, fresco di vittoria in Supercoppa con l’Acqua&Sapone e presente in territorio piemontese per la doppia amichevole che vedrà protagonisti gli Azzurri contro la Francia in quel di Asti. A fare da cornice un vero e proprio bagno di folla e il caloroso abbraccio dei giovanissimi tesserati di casa Don Bosco Agnelli, curiosi e pungenti nel porre domande di ogni genere al campione, il quale, da abilissimo oratore, ha illustrato il progetto e raccontato la sua storia, le sue scelte, i suoi valori, dagli albori in Brasile al presente da fuoriclasse e papà. Una vita per il futsal e lo splendido sogno di provare a trasferire un po’ di sé stesso ai giovani atleti che si affacciano al mondo dello sport. Sempre con la parola chiave “divertimento” nel cuore, per un progetto rivolto a tutte le società di calcio a cinque, la cui parte pratica sarà successivamente sviluppata sul campo dalla riconosciuta competenza di Edu Dias e Davi Alves, istruttori tra i migliori nel panorama italiano. Una prima volta che ha saputo emozionare uno tra i migliori giocatori di futsal del pianeta e che ha letteralmente conquistato tutti i presenti all’oratorio Don Bosco Agnelli. Benvenuto, Nucleo Gabriel Lima.

Bambini e adulti del Don Bosco Agnelli attentissimi durante il discorso di presentazione di Gabriel Lima, aiutato dal prezioso supporto tecnico di Edu Dias