Orange Futsal, Patanè: “Non ci poniamo limiti”

L’allenatore dell’Orange Futsal, Hernan Patanè, analizza la stagione che verrà senza fissare alcun obiettivo primario degli astigiani

Un mercato chirurgico ma non per questo sottotono. L’Orange Futsal si prepara al debutto stagionale, quando sabato pomeriggio al Pala Errebì Sanquirico arriva il Val d’Lans: “Siamo tranquilli e sereni, non ci poniamo obiettivi stagionali ma solo quelli settimanali”. Hernan Patanè conosce molto bene questo ambiente. Prima da giocatore poi da allenatore, il boquense non fissa nessuna asticella: “Non abbiamo pressioni, dobbiamo scendere sul parquet e pensare di imporre il nostro gioco. Sono contento di come ha lavorato la società in questi mesi. Il nostro obiettivo primario rimane sempre quella della valorizzazione dei nostri giovani, sembra una frase scontata, ma questo è il vero denominatore comune di questa società”. Gli arrivi di Cannella e Celentano non sono degli acquisti ma semplicemente dei ritorni, mentre il Direttore Generale Marco Caccialupi è stato abile a trattenere anche per questa stagione tutti i gioielli della cantera orange: “Sono arrivati due giocatori funzionali che conoscono molto bene il nostro modo di lavorare – prosegue l’allenatore argentino – ho in mano un roster competitivo”. Sarà il primo campionato post lockdown e per tale motivo forse con qualche incognita in più: “Sarà un campionato equilibrato dove le squadre che non puntano alla promozione possono togliere punti a chiunque. Non esiste una partita semplice, ci sarà da sudare con tutte”.