Otto meraviglie Ac Picchia: MM7 e soci stanano il Sipontum

AC Picchia fa subito la voce grossa nel campionato di calcio a 5: la stoica resistenza del Sipontum non è sufficiente a conquistare punti

Prestazione determinata e solida da parte dell’Ac Picchia che finalmente raccoglie la prima vittoria stagionale a scapito di un rimaneggiato e contato Sipontum al quale serve ancora qualche partita per poter affinare al meglio schemi e meccanismi. I verdi, con una panchina decisamente più lunga e sfruttando le buone doti di palleggio, fin da subito prendono possesso della cabina di comando della gara costringendo gli avversari ad appoggiarsi solo al fisico del gigante Colletti. Ad inaugurare il tabellino è il capitano di serata Calgaro che con un rasoterra insidioso beffa Contardo portando in vantaggio i verdi e se stesso nella personale sfida di bomber con il compagno Musso che smania di entrare sul rettangolo di gioco per poter dare il proprio contributo, ma il primo pallone non è di certo memorabile anche se dopo poco trova la zampata vincente. Il Sipontum, contato sulle dita di una mano, prova a colpire in contropiede cercando di garantire la miglior protezione a Contardo che comunque, con il passare dei minuti viene impegnato a salvare il risultato. Colletti, appostato in modo egregio, prova a tenere viva la gara ma non basta e poco dopo Contardo sceglie bene l’angolo e neutralizza il rigore di MM7, da lui stesso procuratosi. Ad aggiornare il tabellino è il nuovo arrivato Marsocci che allunga il più possibile il piede e con la punta coglie la deviazione giusta che trasforma in doppio vantaggio il suggerimento di Calgaro e a chiudere della frazione arriva la bomba di Mazzarella. Lo strappo della gara, a favore dei guasconi in verde, avviene a campi invertiti: Carlino smentisce tutti gli statistici sulla panchina verde, che nella prima parte della gara sostenevano che l’ultimo gol del 4 fosse stato a Fifa, e ammutolisce per un secondo il Panetti, prima che questo si sciolga in applausi scrosciati, con un capolavoro di balistica. A questo punto la gara, sul piano della vittoria, è indirizzata e a nulla serve la doppietta di Colletti, alla quale fa da contro altare la doppietta Audisio, e anche la seconda frazione si chiude come la prima: con un gol di Mazzarella. I tre punti vanno all’Ac Picchia mentre ai gagliardi Sipontum va riconosciuto il carattere di non alzare bandiera bianca fino alla sirena giocando ogni singolo pallone con la volontà di fare bene: leader di questa filosofia è sicuramente Ciuffreda che da metà della prima frazione, fino al fischio finale, ha continuato a giocare nonostante un fastidio muscolare all’adduttore.

CAMPIONATO CALCIO A 5 – GIRONE F

AC PICCHIA – SIPONTUM: 8 – 2

MARCATORI: pt 3’44” Calgaro, 6’57” Musso, 8’04” Colletti, 14’28” Marsocci, 22’33” Mazzarella; st 3’32” Carlino, 6’43”,15’22”Audisio, 17’38” Colletti, 21’20” Mazzarella.

AC PICCHIA: Palestro, Carlino, Musso, Calgaro, Rodano, Marsocci, Audisio, Mazzarella.

SIPONTUM: Contardo, Corona, Ciuffreda, Cicero, Colletti.

NOTE: Contardo para un calcio di rigore (11’43” pt) a Musso.

MIGLIORI IN CAMPO: Carlino – Contardo.

Sipontum