Serie B Girone A: pre partita Città di Asti-Lecco, parla Rosario D’Onofrio

lecco caglio città di asti
Capitan Caglio sarà squalificato per la sfida contro il Città di Asti (foto Facebook Lecco c5)

Domani importante sfida in chiave playoff tra Città di Asti e Lecco: Rosario D’Onofrio, Responsabile dell’Area Tecnica dei lombardi, analizza il momento della squadra del tecnico Arellano

Una sfida verità. Non può essere definitiva diversamente Città di Asti – Lecco. Un bivio stagionale fondamentale in chiave playoff: «Sarà basilare non perdere». Il Responsabile dell’Area Tecnica Rosario D’Onofrio indica la strada per centrare l’ennesimo risultato utile consecutivo. I ragazzi di Arellano non perdono dal 6 gennaio e hanno inanellato, fino adesso, sei vittorie consecutive: «E’ un momento sereno, non esaltante. In fondo non abbiamo fatto ancora nulla, abbiamo soltanto recuperato il terreno perduto e domani affronteremo una squadra con delle individualità importanti e con una rosa ampia»D’Onofrio non vuole distrazioni: «Non dobbiamo vanificare questa rimonta con un finale di stagione non all’altezza. La classifica è ancora corta e, se facessimo sette punti nelle prossime tre gare avremmo la certezza dei playoff». Però le sei vittorie sono un fattore tangibile che alimenta magari qualche rimpianto: «Tutti possono commettere degli errori. Magari qualcuno ad inizio stagione lo abbiamo commesso». Da quando è subentrato nell’organigramma societario, D’Onofrio ha messo in pratica il suo piano per una pronta risalita: «Non ho nulla di personale contro Seghetti, ma secondo me questa squadra doveva essere affidata dall’inizio ad Arellano. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. La squadra ha un suo gioco e una sua identità e c’è grande motivazione in ogni risorsa». Ad Asti mancherà capitan Caglio, appiedato dal giudice sportivo: «Non è la prima volta che non siamo al completo e forse questo evidenzia il fatto che abbiamo a disposizione una rosa non troppo ampia». L’arrivo di Halimi nel mercato di riparazione è stato un colpo che porta la sua firma: «C’era la possibilità e l’abbiamo colta al volo. E’ arrivato in precarie condizioni fisiche e con il passare delle settimane sta diventando sempre più il giocatore che tutti conosciamo». Rosario D’Onofrio e Lecco, un binomio destinato a durare: «Non sono di passaggio. C’è un progetto serio per portare questa squadra in serie A2».

Clicca qui per vedere programma gare e classifica del girone